Una delle primissime informazioni rilasciate da Sony riguardo a PS5, riguardava la compatibilità della console next gen con il visore per realtà virtuale di PS4. Mentre qualche istante fa sono uscite le recensioni di PlayStation 5, compresa la nostra che trovate a questo indirizzo, non è ancora ben chiaro come si comporta sulla nuova console Sony il PlayStation VR che ha debuttato durante la generazione scorsa.

A dare una risposta a questo dubbio è stata la redazione di arstechnica, la quale ha potuto testare con mano il visore per realtà virtuale di Sony su PS5. Come era abbastanza scontato credere, per far funzionare PSVR su PlayStation 5 serviranno tutta quella serie di accessori già disponibili su PS4, come per esempio i PlayStation Move, la PS Camera e il DualShock 4. Il controller di PS4 sarà rigorosamente necessario, dato che il DualSense è sprovvisto della barra luminosa.

PSVR
PSVR

Per testare fin da subito le potenzialità del PlayStation VR su PS5, la redazione di arstechinica ha fatto debuttare il visore con il recentissimo Marvel’s Iron Man. Le prestazioni del titolo VR su console next en sono state sicuramente positive; con framerate e tempi di caricamento nettamente migliorati ma l’intera esperienza non è ancora definibile come next gen. Nel dettaglio ci viene detto che durante i test, un livello della campagna di Iron Man VR viene caricato in 126 secondi su PS4 Pro e in soli 78 secondi su PS5.

Al momento sembra che l’esperienza generale di PSVR su PlayStation 5 non sia tanto diversa rispetto alla scorsa generazione in termini tecnici. Probabilmente per avere un reale passo in avanti in questo tipo di esperienze servirà attendere un possibile PlayStation VR 2. Cosa ne pensate del test effettuato dai ragazzi di arstechnica? Diteci la vostra nella sezione dedicata ai commenti.

Se volete entrare nel mondo della realtà virtuale, potete acquistare questo bundle con PSVR più cinque giochi su Amazon al seguente indirizzo.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi