Sony sta pensando a nuovi modi per assistere i giocatori durante le sessioni di gioco: questa volta ha depositato un brevetto in cui si utilizzerebbe un’IA per monitorare i giocatori allo scopo di creare un personaggio controllato da questa IA e aiutare così il giocatore.

Questa scelta potrebbe essere controproducente, visto che il giocatore avrebbe una sorta di “assistente” che lo aiuta durante il gameplay, tuttavia Sony ritiene che un simile assistente darebbe ai giocatori la possibilità di far entrare il suddetto personaggio AI nei giochi in modo da completare gli obiettivi per loro. Una sessione è particolarmente difficile o c’è troppo grind da fare? L’IA sbriga queste faccende per voi in sostanza, poiché riesce a imparare il vostro stile simulandovi perfettamente.

Il sistema brevettato sottolinea anche in modo interessante come l’IA continuerà ad evolversi da sola. In un esempio citato all’interno del brevetto, un personaggio può eventualmente rimanere bloccato durante il completamento di una determinata attività. Qui, l’IA può cercare automaticamente aiuto passando attraverso le guide online e, quindi, completare l’attività senza problemi.

ia
Un assistente personale.

Ovviamente non sappiamo se questo brevetto vedrà mai la luce, ma vi piacerebbe un assistente che vi aiuti nelle fasi più noiose o difficili di un gioco? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte: Segment-next

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi