Nonostante l’attuale situazione sanitaria non consenta certezze, gli organizzatori di PAX Australia hanno intenzione di tenere la manifestazione ad ottobre, dal vivo.

La popolare fiera del gaming australiana si pone come la più importante nel Paese, e il progetto vede l’evento tener luogo nella sua sede abituale, il Melbourne Convention & Exhibition Centre, pur con tutte le restrizioni del caso -dovute all’emergenza sanitaria da COVID-19 con cui tutti stiamo facendo i conti da un anno a questa parte- a partire da biglietti in numero limitato e ingressi contingentati al 75% della capienza della struttura, limitando quindi la presenza a 5000 spettatori in contemporanea.

C’è da dire che l’ottimismo sulla possibilità di organizzare l’evento potrebbe non essere eccessivo: l’Australia è stato uno dei Paesi relativamente meno colpiti -soprattutto per via della bassa densità di popolazione e un generale isolazionismo rispetto al resto del mondo- e quindi pensare di poter tornare a organizzare eventi dal vivo non è così impensabile come in Europa o in America, dove al momento ogni evento simile è stato cancellato o convertito in modalità on-line.

pax

I biglietti della kermesse, ad ogni modo, non sono ancora in vendita: si attenderanno nuove valutazioni. Le altre fiere gemelle Penny Arcade Expo di Seattle, Boston, Filadelfia e San Antonio sono al momento cancellate o convertite in eventi on-line.

Fonte: Twinfinite

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi