Un ex dipendente ha racimolato una cifra ragguardevole – 10 milioni di dollari – rubando le Gift Card di Xbox all’interno dell’azienda. Volodymyr Kyashuk, questo il nome del colpevole, ha praticamente confezionato una rapina “quasi ” perfetta.

In qualità di dipendente incaricato di simulare gli acquisti nel negozio digitale dell’azienda, Kyashuk ha scoperto che ogni volta che testava gli acquisti di carte regalo riceveva codici reali. L’ormai ex dipendente ha iniziato in piccolo, generando Gift Card di Xbox da 10 a 100 dollari: reclutando poi alcuni colleghi per aiutarlo nel suo schema, Kyashuk avrebbe generato buoni regalo per migliaia di dollari e poi li avrebbe venduti online con uno sconto fino al 55% del loro prezzo normale.

Kyashuk è arrivato persino a creare un programma che aumentava la velocità di acquisto di carte regalo, vendendole poi sul mercato Paxful che consente di scambiare carte regalo con criptovalute. Tutto questo gli ha generato ricavi per dieci milioni di dollari, ma il Fraud Investigation Strike Team di Microsoft ormai gli stava addosso.

Nel 2018 il team aveva notato un picco negli acquisti online: gli investigatori aziendali hanno rintracciato l’attività irregolare in due account interni appartenenti ai dipendenti Microsoft. La società ha persino chiamato un detective che ha lavorato presso Scotland Yard per aiutare il team e dopo aver letto i dati, è apparso il nome di Kyashuk.

Subito dopo Kyashuk è stato licenziato e nel febbraio del 2020 è stato accusato di una serie di reati tra cui riciclaggio, furto di identità e frode telematica. Per finire, nel novembre 2020 un giudice lo ha condannato a nove anni di carcere.

Fonte: Gamespot

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi