Cerca
Close this search box.
Merchants of Rosewall is a cozy game with a climate crisis twist

Merchants of Rosewall è un gioco cozy con un twist di crisi climatica

Tempo di lettura: 3 minuti
Merchants of Rosewall is a cozy game with a climate crisis twist

Big Blue Sky Games, un nuovo studio di veterani del settore, ha rivelato il suo gioco di debutto, Merchants of Rosewall. Il progetto, il cui lancio è previsto per quest’anno, è descritto come un gioco di gestione di negozi online incentrato sulla storia, in cui il clima del mondo influisce sulla disponibilità e sul costo delle risorse.

Il gioco è in fase di sviluppo presso Big Blue Sky Games da due anni. Il piccolo studio è composto da 25 sviluppatori in totale, di cui 16 dedicati al gioco. Questi talenti provengono da grandi editori come EA, Bungie e Blizzard. Nonostante il pedigree da grande budget, Merchants of Rosewall è un debutto modesto che sembra rendere titoli come Stardew Valley ancora più accessibili.

Il concetto è che i giocatori gestiscono il proprio negozio in un mondo fantastico privo di combattimenti. I giocatori assumono artigiani per il negozio, si procurano le materie prime, creano oggetti come le torte e li vendono. L’enfasi è posta in particolare sull’artigianato semplificato, in contrapposizione all’agricoltura o alla raccolta. I prodotti possono essere acquistati da PNG, ma anche da altri giocatori attraverso un sistema online asincrono.

L’aspetto più intrigante è rappresentato dalle risorse climatiche. Questo sistema unico, realizzato da un ex meteorologo del team, vede l’impatto del clima del mondo sulle risorse. Ad esempio, il costo di una banana potrebbe aumentare a seconda della difficoltà di coltivazione dovuta ai modelli climatici e alla difficoltà di spedizione. Il sistema profondo ha lo scopo di evidenziare l’impatto che i problemi climatici hanno sul mondo. Questo si intersecherà con una critica serrata del capitalismo che esplora i danni che provoca al mondo della fantasia.

A list of crafting recipes appears in Merchants of Rosewall.

Questa critica non è sorprendente se si considera la storia di Big Blue Sky. Lo studio è stato costruito per essere un luogo di lavoro più sostenibile per gli sviluppatori. Nel corso di una tavola rotonda con la stampa, Kevin Hovdestad, direttore del gioco, ha illustrato la visione dello studio, che prevede il lavoro a distanza e l’assenza di lavoro a domicilio. Lo studio spera che cambiamenti culturali di questo tipo lo rendano un posto di lavoro più salutare nell’attuale crisi dei licenziamenti nell’industria dei videogiochi.

È più facile a dirsi che a farsi, ma Big Blue Sky si sta impegnando a fondo. Quando ho chiesto quali sono le decisioni aziendali che spera possano portare a un’azienda sostenibile, Hovdestad mi ha spiegato che lo studio si trova in una situazione finanziaria unica. Per prima cosa, è interamente finanziato da una famiglia piuttosto che da capitalisti di rischio. Hovdestad afferma che i finanziatori capiscono che l’azienda non ha intenzione di realizzare profitti enormi. Hovdestad afferma che l’azienda è più concentrata sul raggiungimento di una settimana lavorativa di quattro giorni piuttosto che sull’accumulo di denaro in questo momento.

Anche se questo può sembrare ottimistico, Hovdestad sottolinea l’importanza di mantenere i lavoratori per “decenni, non per giorni” Cita Baldur’s Gate 3 e The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom come due storie di successo nate da team costanti. Hovdestad sottolinea inoltre che l’azienda è molto metodica nel processo di assunzione. Non ha intenzione di assumere più dipendenti di quelli di cui ha bisogno e intende mantenere una dimensione gestibile a lungo termine.

Non dovremo aspettare molto per vedere i frutti di questa strategia. L’uscita di Merchants of Rosewall è prevista per il 2024. I giocatori possono inserirlo fin da ora nella loro lista dei desideri su Steam.

Leggi di più su www.digitaltrends.com

Potrebbero interessarti