Dopo che il raccapricciante horror del 2011 Megan Is Missing è divenuto virale su TikTok, il regista si affretta a fornire le raccomandazione per la traumatica visione.

Il controverso horror del 2011 Megan Is Missing è diventato improvvisamente virale su TikTok suscitando reazioni terrorizzate nel pubblico tanto da spingere il regista a raccomandare agli spettatori di non guardare il film da soli o di notte.

Negli ultimi giorni sono molti gli utenti che hanno riscoperto Megan Is Missing su TikTok definendo la visione “traumatica”, qualcuno ha anche ammesso che dopo il film ha paura di uscire di casa.

Megan Is Missing è divenuto trending topic anche su Twitter con oltre 55.000 tweet in cui si discute del film e dei motivi per cui risulti così terrificante.

Scritto e diretto dal regista americano Michael Goi in found footage style, Megan Is Missing racconta la storia di due amiche adolescenti, Megan Stewart (Rachel Quinn) ed Amy Herman (Amber Perkins), che vivono a North Hollywood, California. dopo aver conosciuto un ragazzo on line, Megan scompare lasciando a Amy il pericoloso compito di rintracciare l’amica seguendo le tracce informatiche.

Michael Goi, in origine, girò il film nel 2006, ma non riuscì a trovare distribuzione cinematografica fino al 2011 quando Anchor Bay Films lo fece uscire in un’uscita limitata.

Visto il tema raccapricciante, Megan Is Missing è stato bandito ufficialmente in Nuova Zelanda dall’Office of Film and Literature Classification locale che lo definisce “discutibile”:

“Il film mostra la violenza sessuale e la condotta sessuale che coinvolge delle ragazzine in un modo tale da renderne la diffusione nociva per il bene pubblico”.

Dopo che il film è tornato a far discutere su TikTok, lo stesso Michael Goi ha sentito il bisogno di mettere in guardia gli spettatori con una serie di raccomandazioni contenute in un video su TikTok:

“Ho ricevuto un messaggio da Amber Perkins, l’attrice protagonista del mio film, che mi ha comunicato della diffusione improvvisa su TikTok senza darmi il tempo di fornire i consueti avvertimenti che facevo alle persone prima che guardassero Megan Is Missing. Non guardare il film nel cuore della notte, non guardare il film da soli e se vedete le parole “Foto numero uno” apparire sullo schermo, avete circa quattro secondi per spegnere il film se state già andando fuori di testa prima di iniziare a vedere cose che forse non volete vedere. Mi scuso con gli utenti che stanno commentando dicendo quanto il film li abbia spaventati, ma mi rivolto a coloro che stanno ancora pensando di guardare il film, ma non l’hanno ancora fatto.”

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi