Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

MechWarrior 5: Clans sperimenta nuove meccaniche, tra cui una componente narrativa più profonda, per impattare sia sui fan che sui nuovi giocatori

Tempo di lettura: 5 minuti

Clan Steiner. The Succession Wars. The Republic of the Sphere. Se questi nomi agghiaccianti hanno un significato per te, o sei sommerso di miniature BattleTech di Catalyst Games, o li conosci vagamente dalle chiacchiere di sfondo nei molti giochi MechWarrior (o del BattleTech del 2018 di Harebrained Schemes).

La serie di videogiochi MechWarrior è passata per le mani di molti studi nel corso degli anni (Activision, Zipper Studios, ecc.) ma è attualmente guidata dallo sviluppatore canadese Piranha Games. E come ha detto il CEO Russ Bullock in una riunione alla Game Developers Conference del 2024, è una serie amata da molti giocatori che potrebbero non sapere nulla della storia.

“A meno che tu non sia un giocatore di ruolo da tavolo che abbia letto gli innumerevoli romanzi…quella trama complessa non è mai stata presentata nei videogiochi,” ha detto.

Quella “trama complessa” descritta da Bullock è stata originariamente documentata da Catalyst Games per servire da retroscena per il loro gioco da tavolo. Ha suscitato abbastanza interesse da essere confezionata in vari romanzi e novelle venduti ai giocatori desiderosi di sapere di più sulle fazioni per cui combattevano.

L’ambientazione si sviluppa dagli anni 2571 al 3171 d.C., senza un singolo personaggio o fazione considerato il punto di interesse principale della narrazione. Ma con MechWarrior 5: Clans, Piranha sta scommettendo che portare uno di quei grandi momenti “storici” alla vita aiuterà a coltivare una nuova generazione di fan di MechWarrior.

MechWarrior 5: Clans sperimenta nuove meccaniche per attrarre giocatori nuovi e vecchi

Durante una demo di MechWarrior 5: Clans, in cui un gruppo di giovani cadetti del clan Smoke Jaguar vengono gettati nella loro prima missione reale come MechWarriors, Bullock e il direttore narrativo Chris Lowrey hanno mostrato ciò che è stato descritto come un sistema di pilotaggio di mech più accessibile e adatto alle console in un livello che guidava i giocatori attraverso grandi e bombastiche scenografie.

“Più accessibile” non significa necessariamente “meno complesso”. Il gioco introduce due sistemi chiave che spostano lateralmente la profondità strategica dalla gestione del cockpit alla gestione del plotone. Bullock ha dimostrato come i giocatori potranno passare tra i membri del loro plotone per accedere a diversi tipi di mech nello spazio di una missione. Nei precedenti giochi MechWarrior, i giocatori erano confinati nei cockpit in acciaio dell’unità con cui erano stati schierati.

Vi è anche un’altra meccanica intelligente introdotta: un’interfaccia semplice di strategia in tempo reale che dà ai giocatori maggiore controllo su dove dirigere i compagni di squadra.

The

Questo sistema va di pari passo con una tecnologia tradizionale di gestione del plotone: una ruota di comando che consente ai giocatori di emettere comandi generali o di puntare e dirigere le unità verso un certo punto. Combinare i due sistemi è un ottimo esempio di come Piranha possa semplificare l’esperienza MechWarrior aprendo nuove profondità per i fan più accaniti.

Parlando dei fan più accaniti, era importante approfondire cosa significa questo tipo di cambiamento di sviluppo per Piranha. Affrontando un pubblico abituato al lato della simulazione di MechWarrior, significa soddisfare la fantasia di potere di essere un comandante di mech che sceglie diverse missioni, bilancia i costi e i profitti di gestire un’operazione MechWarrior e fa i conti con i sistemi di danni e potenza mentre pilota il mech prescelto.

Questa fantasia di potere è ciò che ha alimentato lo sviluppo open-world, leggero sulla narrazione di MechWarrior 5: Mercenaries. È una fantasia che Bullock desiderava personalmente dopo essere cresciuto con i classici giochi MechWarrior basati su quei pilastri di gioco.

Ma mentre Piranha studiava la base di giocatori di Mercenaries, hanno visto che non era tutto ciò che i giocatori desideravano. “Si inizia a scoprire altre fantasie che le persone hanno. Abbiamo iniziato a vedere persone che dicevano ‘è incredibile, ma non sarebbe fantastico avere finalmente un gioco MechWarrior che offra davvero la ricchezza della lore di BattleTech, e far rivivere un romanzo BattleTech.”

Gli sviluppatori esperti sanno che la lore, per quanto succulenta, non conta come narrativa adeguata. Ma Lowrey voleva affrontare come scegliere un periodo specifico dal mondo di BattleTech abbia scosso lo spostamento di sviluppo di Piranha da un design di gioco “aperto” a uno “lineare”.

Le invasioni dei Clan introducono obiettivi, motivazioni e opportunità

Poiché MechWarrior 5: Mercenaries doveva permettere ai giocatori di scegliere che tipo di lavori accettare e quali fazioni supportare, il gioco è stato costretto a bloccarsi su un punto specifico nella storia fittizia di BattleTech che non comportava oscillazioni drammatiche di potere: Le Guerre di Successione. Doveva essere un punto aperto nel tempo in cui i giocatori potessero plasmare le battaglie come volevano.

Clans ha un compito diverso da svolgere. Con una progressione lineare, Lowrey ha dovuto scavare nei suoi amati libri di fonti e nella sua libreria di romanzi per trovare una saga accessibile a giocatori sconosciuti alla storia.

Arriva: L’Invasione dei Clan. Ha un po’ di vibrazioni “caduta di Roma” dove un impero stagnante che controlla il nucleo centrale della galassia, la Sfera Interna, viene sopraffatto da nazioni “Clan” improvvisate al di fuori del suo territorio.

Uno screenshot di MechWarrior 5: Clans che mostra il pilotaggio di mech in prima persona.

“Il grande richiamo dell’Invasione dei Clan è stata questa blitzkrieg dei Clan che ha letteralmente strappato un’ampia sezione del territorio nella Sfera Interna entro un periodo di tempo molto condensato,” ha spiegato Lowrey.

Dovremmo fare una breve deviazione qui per toccare il percorso di Lowrey fino a direttore narrativo. Controlla i crediti di MechWarrior 5: Mercenaries e lo troverai elencato come progettista del bilanciamento del gioco.

Ma quando Piranha ha iniziato a rilasciare aggiornamenti lineari DLC per Mercenaries, hanno sentito dai giocatori che desideravano più contenuti narrativi. Lowrey gioca a BattleTech da anni (dal momento in cui aveva otto anni!). Conosce i romanzi. Il suo momento era arrivato.

È piuttosto umile riguardo al cambiamento, dicendo di essere entrato nel ruolo perché era “quello che il team aveva bisogno in quel momento.”

Un’affascinante svolta di mercato per Piranha Games

MechWarrior è passato da una delle serie di giochi per PC più importanti a una serie di nicchia in poco meno di un decennio. Ricorda, c’è stato un momento all’inizio degli anni ’90 in cui l’attore Jim Belushi ha recitato in un video pensato per attirare potenziali giocatori al di fuori dei centri BattleTech dentro alle BattlePods.

Ma alla fine degli anni ’90 i cambiamenti nel mercato dei videogiochi hanno fatto sì che la serie non avesse molta longevità nel passaggio alle console. Poi c’è stata tutta quella causa legale su chi è autorizzato a usare quali mech in quali prodotti che è stata

Leggi di più su www.gamedeveloper.com

Potrebbero interessarti