Mass Effect Legendary Edition è stato pubblicato su Steam da pochissime ore, ma la reazione dei giocatori non è stata completamente positiva.

Fino a poco tempo fa, le recensioni di Steam erano considerate “Nella media“, segno che c’era un bilanciamento fra opinioni positive e negative. In questo preciso momento, ci siamo assestati su un giudizio “Perlopiù positivo“, ma la domanda sorge spontanea: a cosa erano dovute le iniziali recensioni negative, tanto numerose da rivaleggiare le positive?

Esaminando nel dettaglio le opinioni dei giocatori che hanno dato pollice verso, abbiamo scoperto che Mass Effect Legendary Edition su PC possiede alcuni piccoli problemi, giudicabili insignificanti per un utente comune, ma apparentemente importanti per l’esigente utenza PC hardcore.

Uno dei difetti più segnalati è il lancio di Origin, il launcher di EA, in background, nonostante si stia giocando alla versione Steam. Sebbene si tratti di un fatto noto per chi possiede giochi EA su Steam, molte persone non riescono ad ignorarlo.

Altre recensioni negative, invece, puntano il dito contro difetti di natura grafica, come il supporto wide-screen che non è stato integrato nelle cutscene di gioco, disponibili quindi in 16:9 e con barre nere, oppure l’assenza di un’opzione per regolare l’FOV.

Non mancano ovviamente i report su crash, freeze, l’impossibilità di lanciare il gioco e simili, oltre a lamentele più specifiche e legate al gusto personale dell’utente, come l’impossibilità di impostare audio e sottotitoli in lingue differenti.

Difetti ignorabili o gravi lacune? Qualunque sia la vostra opinione, la trilogia Bioware è stata molto apprezzata dalla community e queste opinioni negative non tarperanno di certo le ali alla serie, ora che un nuovo capitolo è finalmente in lavorazione. Ci auguriamo comunque che i problemi più gravi possano trovare soluzione con le future patch.

Mass Effect Legendary Edition è disponibile su PC, Xbox One e PlayStation 4, oltre che su console next-gen in retrocompatibilità.

Fonte: PCGames

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi