In una scena di Maps to the Stars Robert Pattinson è impegnato in una scena di sesso bollente nel retro della sua limousine con Julianne Moore.

Robert Pattinson interpreta un autista di limousine hollywoodiano in Maps To The Stars; in una sequenza del film, che compare anche nel trailer ufficiale della pellicola, l’attore, ventisettenne all’epoca, è impegnato in una scena di sesso bollente nel retro della sua limousine con nientemeno che Julianne Moore.

Il film diretto da David Cronenberg segue il personaggio interpretato da Julianne Moore mentre assume una nuova assistente di nome Agatha, che afferma di essere sopravvissuta a un grave incidente di ustione. Moore, all’epoca 53 anni, è ben visibile nella sequenza in cui lei e Pattinson appannano i finestrini della limousine.

Maps to the stars: Robert Pattinson in una scena del film con Mia Wasikowska

Maps to the stars: Robert Pattinson in una scena del film con Mia Wasikowska

Pattinson, nel film, interpreta Jerome Fontana: un autista di limousine e attore in difficoltà che vuole diventare uno sceneggiatore di successo. Lo sceneggiatore, Bruce Wagner, ha messo un po’ di se stesso nel personaggio di Jerome: anche lui in passato è stato un attore e scrittore in difficoltà e per mantenersi ha lavorato come autista di limousine.

Pattinson ha descritto il personaggio come il più sano e ordinario della storia scritta da Wagner: “Jerome non accetterebbe mai di essere solo un autista di limousine, penso che stia solo aspettando la sua opportunità. Eppure è apparentemente il solo in questa storia a non essere un pazzo o un fantasma.”

Riguardo la scena di sesso con Julianne Moore, che si svolge appunto in una limousine, Robert Pattinson ha detto, scherzando, che è stata una scena molto divertente da girare. In un’intervista a SceneCreek ha raccontato che nell’auto non c’era abbastanza spazio per muoversi agevolmente e quindi a lui e Julianne Moore capitava di sbattere la testa contro il soffitto. Come se non bastasse la crew gli stava letteralmente addosso. Nonostante questi inconvenienti, per Pattinson fu una scena divertente ma “molto sudata”.

Questa è la seconda collaborazione di Pattinson con il regista David Cronenberg, l’attore britannico aveva già recitato in Cosmpolis nel 2012. Mark Kermode, giornalista di The Guardian, ha definito la Moore “magnificamente orrenda“, la Williams “semplicemente fantastica” e Pattinson “un ottimo interprete“.

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi