Cerca
Close this search box.

La chiave per un futuro impiego nel settore dei videogiochi è la diversificazione delle proprie competenze

Tempo di lettura: 3 minuti

Non è un segreto (ma è un eufemismo) dire che lo sviluppo di giochi è un luogo incerto in termini di occupazione futura. Tra i licenziamenti di massa degli ultimi due anni e soprattutto nel 2024, il clima generale è di paura e incertezza.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

Quindi, se sei un insegnante di game design, uno dei tuoi compiti più importanti è quello di preparare i tuoi studenti alla realtà del settore in cui ci troviamo e di prepararli al successo. A parlarne è Jeremy Bond, autore e professore di games design presso la Michigan State University. Nella sua discussione sulle peculiarità del programma di game design della MSU, Bond non solo ha fornito una panoramica del piano di studi, ma ha anche involontariamente rivelato un consiglio fondamentale per tutti gli sviluppatori, a prescindere dalle loro competenze. Che tu sia uno studente o un professionista con anni di esperienza, la sicurezza del lavoro nel game design significa diversificare le tue competenze in più di una disciplina.

Se lavori già nel settore, questo può essere più facile a dirsi che a farsi. È difficile costruire un nuovo set di competenze mentre si lavora a tempo pieno, e farlo sotto la pressione della ricerca di un nuovo lavoro lo è ancora di più.

Tuttavia, il discorso di Bond, anche se rivolto agli educatori, mette in evidenza come le tue competenze possano essere trasferite ad altri settori, un’intuizione utile in un periodo così tumultuoso per i giochi. Per offrire agli studenti le migliori opportunità di impiego dopo la laurea, il programma della MSU adotta alcuni approcci diversi.

Per prima cosa, il programma è un minore piuttosto che una specializzazione, in modo da integrare e non contrastare altre discipline all’interno dell’università. Inoltre, è un sistema che insegna agli studenti ad autovalutarsi, a gestire i team e, soprattutto, ad apprendere da soli nuovi concetti e competenze.

Ma è anche radicato nel lavoro multidisciplinare fin dall’inizio: gli studenti frequentano corsi in molte aree diverse dello sviluppo, dall’audio all’arte e alla programmazione, e adottano un approccio più olistico alla progettazione dei loro progetti. Le competenze trasversali, afferma Bond, non sono solo un modo per assicurarsi un impiego nell’industria dei videogiochi, ma anche un modo per ottenere un lavoro in altri settori. L’industria avrà sempre i suoi alti e bassi e per superare questa instabilità è necessario sapere come applicare ciò che si è imparato ad altri campi.

Il discorso completo, ovviamente, entra più nello specifico e per i dettagli più precisi ti consigliamo di guardare il video quando verrà lanciato su GDC Vault. Ma una delle lezioni più importanti è che, sebbene il settore sia attualmente un posto instabile e avrà sempre più persone che posti di lavoro, ci sono ragioni per avere speranza. L’equilibrio tra vita privata e lavoro sta migliorando, l’industria stessa sta crescendo e soprattutto le tue competenze sono trasferibili: la programmazione e l’informatica trovano applicazione in quasi tutti i settori; l’arte digitale è utilizzabile in aree come il design dei prodotti, la pubblicità e il marketing; la produzione e lo sviluppo insegnano buone capacità manageriali e umane; il design dell’esperienza può essere applicato al layout di spazi come musei, parchi a tema e negozi. Questi sono solo alcuni esempi di come la tua disciplina possa essere estesa all’esterno. E se non puoi applicare le tue conoscenze a un nuovo campo, considera che le competenze trasversali possono aiutare l’occupazione, soprattutto quando fai domanda in piccole aziende. Il programma di game design della MSU ha un tasso di occupazione post-laurea del 90% proprio perché prevede questi fattori.

Può essere una magra consolazione in un settore che sembra andare dritto all’inferno. Ma ci permette di resistere fino a quando non si stabilizzerà.

Leggi di più su www.gamedeveloper.com

Potrebbero interessarti