Kevin Smith ha sostenuto le accuse di Ray Fisher nei confronti di Joss Whedon, che avrebbe fatto dei commenti spiacevoli sul set di Justice League.

Kevin Smith ha voluto sostenere Ray Fisher dopo che l’attore ha accusato il regista Joss Whedon di non essersi comportato in modo corretto e professionale sul set di Justice League.
Il filmmaker, intervenendo nel suo podcast, ha infatti confermato di aver ricevuto altre testimonianze riguardanti l’atteggiamento negativo del collega.

Parlando con lo scrittore Marc Bernardin, Kevin Smith ha raccontato che Joss Whedon aveva espresso più volte dei commenti negativi nei confronti del lavoro di Zack Snyder. Il filmmaker ha ammesso di non essere stato presente, tuttavia gli è stato riferito da fonti affidabili che avrebbe “demolito, sminuito ed espresso un’opinione negativa nei confronti della versione di Zack di Justice League che aveva visto e di tutto il team degli effetti speciali che avevano lavorato per realizzarla“.

Ray Fisher non ha voluto svelare i dettagli dei comportamenti che ha criticato pubblicamente via Twitter, mentre Whedon ha preferito non commentare l’attacco dell’attore. A difendere il regista è stato però uno dei produttori del film che ha sostenuto non ci sia nulla di vero nelle parole dell’interprete di Cyborg.

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi