Josef Fares, il creatore di Brothers: A Tale of Two Sons e A Way Out è stato recentemente intervistato da VentureBeat in merito al prossimo gioco di Hazelight, It Takes Two. Questa volta, lo sviluppatore ha espresso la sua opinione in modo diretto su un argomento particolare: la rigiocabilità nei videogiochi.

OK, ecco il punto. Sarò breve. La rigiocabilità nasconde insidie, dovremmo stare molto attenti a parlarne, perché tutte le statistiche mostrano che i giocatori non finiscono nemmeno i giochi. La parte insidiosa è che tutti parlano di rigiocabilità. Ma chi rigioca davvero i titoli? Forse una piccola percentuale di utenti lo fa. Dovremmo concentrarci su quanti giocatori finiscono i giochi“.

Parlando di It Takes Two in generale, sì, puoi rigiocarlo se vuoi. Avrai meccaniche diverse a seconda di come giochi. Ma questa non dovrebbe essere la cosa più importante in un gioco. Riceviamo sempre questa domanda. Non capisco perché. Quante persone ripetono i giochi? Non sono così tante come pensi“.

450_1000

Sebbene forse non sia così controversa come alcune delle sue altre dichiarazioni passate, questa potrebbe comunque rivelarsi sconcertante per i lettori. In effetti, la rigiocabilità è solitamente vista come un bonus e, forse, Fares potrebbe avere ragione sul fatto che non molti giocatori riprendono in mano un titolo.

It Takes Two sarà disponibile il 26 marzo 2021 per PC (Origin, Steam), PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series S e X.

Fonte: Wccftech.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi