Maisie Williams, una delle iconiche protagoniste de Il Trono di Spade, ha affermato che riguardare la serie per lei non è affatto salutare perché lo show le consumava la vita.

Arya Stark è stato uno dei personaggi più interessanti de Il Trono di Spade, serie HBO diventata un cult e andata in onda dal 2011 fino al 2019, ma la sua interprete Maisie Williams è ben contenta che tutto sia finito e si è rifiutata di vedere l’ultima stagione perché troppo poco sano per lei.

Maisie Williams in una scena dell'episodio Baelor di Game of Thrones

Maisie Williams in una scena dell’episodio Baelor di Game of Thrones

Durante un’intervista al The Late Late Show con James Corden, Maisie Williams ha parlato del suo lavoro sul set de Il trono di spade ricordando una delle scene più iconiche della stagione finale: Arya che pugnala il Re della Notte. Momento memorabile per tutti i fan, ma non per lei:

“A quel punto, lo show era già diventato molto imponente, non è salutare per me mettermi online e guardarlo. Mi piace, davvero, è stata una parte importante della mia vita per 10 anni e questo episodio è stato proprio il culmine di tutto ciò per cui il mio personaggio aveva lavorato. Solo che per me è troppo a cui pensare, per questo me ne sono allontanata”.

Maisie Williams, dopo 10 anni di riprese e praticamente la sua adolescenza passata sul set de Il Trono di Spade, ha semplicemente preferito staccare la spina dalla vita di Arya Stark andando avanti con la sua carriera. L’attrice ha poi concluso dicendo di essere comunque sempre felice del lavoro svolto nella serie HBO, affermando di essere entusiasta del finale:

“Ha chiuso in bellezza un decennio della mia vita e non potevo esserne più felice: ero assolutamente entusiasta”.

La giovane star è attualmente al lavoro sulla serie Two Weeks To Live, uno show prodotto da Sky One.

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi