Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Il direttore di Baldur’s Gate 3 condivide il suo discorso completo sul GOTY, rendendo omaggio al QA e allo staff di D&D con cui ha lavorato

Tempo di lettura: 2 minuti

Swen Vincke, il director di Baldur’s Gate 3, ha condiviso il suo discorso di accettazione dei Game Awards per intero, dopo che la scorsa settimana era stato interrotto durante la cerimonia.

La scorsa settimanai Game Awards 2023 hanno suscitato molte critiche per il limite di 30 secondi imposto ai discorsi di accettazione. Per questo motivo Swen Vincke, direttore di Baldur’s Gate 3, è stato uno dei tanti premiati a cui è stato tagliato il discorso, con il risultato che molti sviluppatori sono rimasti frustrati dalla cerimonia di premiazione.

Ora però Vincke ha condiviso il suo discorso completo per il premio “Gioco dell’anno” tramite il suo account Twitter. In 15 tweet, Vincke inizia congratulandosi con i concorrenti Capcom, Nintendo, Remedy e Insomniac per la loro produzione stellare nell’ultimo anno, grazie a giochi come Marvel’s Spider-Man 2 e Alan Wake 2. Poi, Vincke afferma che i giochi dell’anno sono stati un’ottima scelta.

Poi Vincke dice che la favolosa armatura che ha indossato alla cerimonia è per onorare la base di giocatori di Baldur’s Gate 3, senza la quale il gioco non sarebbe stato possibile. Inoltre, sottolinea i circa 2.000 collaboratori che sono stati nominati nell’enorme elenco dei crediti del gioco di ruolo.

In particolare, Vincke ringrazia “il team QA, il team di localizzazione, il team di assistenza clienti, il team di operazioni, il team di pubblicazione, il team di playtester” come “persone che non sempre ricevono il credito che meritano” Questo è un tocco di classe da parte del direttore di Baldur’s Gate 3.

Vincke rende poi omaggio a Jim Southworth, responsabile dell’animazione cinematografica di Larian, che purtroppo è venuto a mancare durante lo sviluppo di Baldur’s Gate 3. Un ringraziamento va anche alla società di localizzazione PitStop Productions, che Vincke riconosce di aver dovuto registrare una quantità “folle” di battute per il gioco.

Il director di Baldur’s Gate 3 elogia poi il cast dell’enorme gioco di ruolo, nonché l’editore Wizards of the Coast, menzionando il dispiacere per i licenziamenti di quest’ultima azienda. All’inizio di questa settimana Hasbro ha annunciato il licenziamento di 1.100 dipendenti, con una mossa che avrà effetto nei prossimi sei mesi.

Infine, Vincke conclude raccontando di un editore che una volta gli disse che i giochi erano guidati dall'”idealismo” e che lo intendeva in senso “strumentale”. Vincke ammette che l’editore aveva ragione, aggiungendo che “i giochi sono una forma d’arte unica, importante quanto i libri, la musica o i film. Molti sviluppatori, me compreso, creano giochi perché amano vedere gli altri che si cimentano con le loro creazioni in un modo che solo i giochi possono offrire”

“Non si preoccupano più di tanto dei soldi guadagnati, che sono il carburante di cui hanno bisogno per creare giochi nuovi e migliori. Vale la pena ricordare a tutti che il carburante è solo un mezzo, non un obiettivo. Ciò che conta e che ricordiamo è il luogo e il modo in cui viaggiamo”, conclude il discorso di ringraziamento di Vincke. O, almeno, è così che sarebbe finito se gli fossero stati concessi più di 30 secondi sul palco.

Vincke doveva anche annunciare l’uscita immediata della versione Xbox di Baldur’s Gate 3 nel suo discorso di ringraziamento, ma se ne è dimenticato. Per essere onesti con il direttore di Baldur’s Gate 3, c’erano molte altre cose che avrebbe voluto dire oltre al rilascio.

I giocatori di Baldur’s Gate 3 su Xbox stanno segnalando la perdita dei salvataggi e pare che debbano essere avvisati di non scollegare direttamente la console per spegnerla.

Leggi di più su www.gamesradar.com

Potrebbero interessarti