Kinguin.net - Save on Every Game!
Home News Il coronavirus ha rallentato Final Fantasy VII Remake Parte 2
Il coronavirus ha rallentato Final Fantasy VII Remake Parte 2

Il coronavirus ha rallentato Final Fantasy VII Remake Parte 2

Lo sviluppo di Final Fantasy VII Remake Parte 2 è stato rallentato dalla pandemia di COVID-19 che ha messo in ginocchio il mondo.

Lo ha raccontato Yoshinori Kitase, producer del progetto di Square Enix, in un’intervista concessa a The Guardian.

Nella stessa intervista, ha discusso della figura di Sephiroth e di come avrà un ruolo primario nel seguito di Final Fantasy VII Remake.

Il coronavirus ha rallentato Final Fantasy VII Remake Parte 2

Kitase non ha utilizzato toni drammatici ma spiegato che ci sono stati dei rallentamenti dopo il lancio originale dovuti al coronavirus.

A detta del produttore, «il fatto che l’uscita del gioco sia avvenuta in questa situazione senza precedenti» ha reso difficile ogni previsione sul suo successo e su quello che verrà dopo.

«Attualmente, il team sta ancora facendo il prossimo gioco in remote working», ha aggiunto Kitase a proposito delle modalità di lavoro della squadra in Giappone.

Il coronavirus ha rallentato Final Fantasy VII Remake Parte 2

«Le nostre performance caleranno temporaneamente sotto l’efficienza del 100% a causa di ciò», è stata la sua ammissione.

«Ma non penso», ha commentato a proposito dei lavori sul nuovo titolo, «che ci sarà un grande impatto sul lungo termine».

I programmi per lo sviluppo di Final Fantasy VII Remake Parte 2, insomma, hanno subito ripercussioni ma non tali da cambiare i piani per il lancio.

Il coronavirus ha rallentato Final Fantasy VII Remake Parte 2

Se non altro, i tempi erano già lunghi prima che si verificasse la pandemia, per cui non potremo biasimare il coronavirus se ci vorrà ancora parecchio prima di apprezzare il prosieguo della storia.

Fonte: IGN US

Non avete ancora giocato la Parte 1? Potete ancora fare Final Fantasy VII Remake vostro ad un prezzo scontato

[…]Leggi di più su www.spaziogames.it

Rispondi