Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

I giocatori di Payday 3 subiscono il secondo giorno consecutivo di problemi ai server che impediscono loro di giocare

Tempo di lettura: 3 minuti

Starbreeze insiste che sta “lavorando duramente” per mantenere i server online dopo che i giocatori di Payday 3 hanno subito una seconda serata consecutiva di disservizi.

Dopo un periodo di accesso anticipato di tre giorni per alcuni giocatori, Payday 3 è uscito il 21 settembre, ma i giocatori hanno faticato a connettersi nelle ore di punta a causa di continui problemi ai server che hanno bloccato il matchmaking, rendendo impossibile giocare allo sparatutto di rapine sempre online.

7 modi in cui il gameplay di Payday 3 aumenterà il calore! NUOVO GAMEPLAY DI PAYDAY 3 4K STEALTH & LOUD APPROACHES.Guarda su YouTube

Il giorno del lancio, Starbreeze ha pubblicato sui suoi account di social media un comunicato in cui ammetteva che il matchmaking era “attualmente lento” e che stava “indagando e lavorando a una soluzione”.

Cinque ore dopo, i server erano ancora fuori uso e, nonostante le correzioni apportate al server, “l’instabilità del matchmaking” persisteva su tutte le piattaforme.

“Ci rendiamo conto che i problemi di matchmaking sono frustranti e lo sono anche per noi”, ha dichiarato il team all’epoca. “Siamo ancora qui e stiamo lavorando per farvi tornare a giocare, restate sintonizzati”.

Quando il Regno Unito è tornato al lavoro/scuola/università, la situazione si è stabilizzata, ma i server sono andati nuovamente in tilt intorno alle 17:00 ora del Regno Unito.

“Stiamo assistendo a un aumento dei problemi di matchmaking, il team sta indagando”, ha annunciato lo studio. “Ora tutte le piattaforme non sono in grado di fare matchmake, il team sta lavorando duramente per ripristinare la funzionalità”.

Nelle 15 ore successive, i giocatori hanno continuato a riscontrare problemi di accesso al gioco, che ancora una volta hanno interessato soprattutto i giocatori britannici ed europei che speravano di giocare alla fine della giornata lavorativa, per poi estendersi anche ai giocatori statunitensi.

Al momento in cui scriviamo, Starbreeze afferma che “le cose stanno iniziando a migliorare” e che “i giocatori sono di nuovo in grado di creare lobby e di tornare a giocare”, anche se alcuni giocatori segnalano problemi di connessione online anche questa mattina.

Come ci si può aspettare, i commenti sui post dello studio sui social media variano da elogi e ringraziamenti per il lavoro svolto per correggere i problemi, alla disperazione per il fatto che Starbreeze ha insistito sul fatto che Payday 3 avrebbe infranto il protocollo con i suoi predecessori e avrebbe offerto un gioco rigorosamente solo online, impedendo in sostanza ai giocatori di entrare in gioco finché i problemi dei server persistono.

Lo sviluppatore di Payday 3, Starbreeze, ha recentemente confermato che l’imminente sparatutto non avrà il controverso sistema DRM Denuvo.

In un conciso aggiornamento pubblicato su Steam, Starbreeze ha semplicemente salutato i suoi nemici e ha rivelato senza mezzi termini che “Denuvo non è più presente in Payday 3”.

Leggi di più su www.eurogamer.net

Potrebbero interessarti