Cerca
Close this search box.
Greedfall 2

GreedFall 2 sta puntando nella direzione giusta, includendo tutti gli elementi di un grande CRPG

Tempo di lettura: 7 minuti
Greedfall 2

Risparmia un pensiero per tutti gli RPG a budget medio in uscita nei prossimi mesi. Lanciare un gioco in un genere così storico è difficile nel migliore dei casi. Aggiungere a questo meno di 12 mesi dopo essere stato scosso sotto i riflettori da un fenomeno amato universalmente sembra leggermente masochistico.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

Anche se Baldur’s Gate 3 inesorabilmente diventerà il metro di paragone con cui tutti i CRPG saranno – giustamente o ingiustamente – confrontati nei prossimi anni, almeno GreedFall 2: The Dying World sembra essersi riposizionato inavvertitamente per corteggiare quei fan che desiderano di più del suo combattimento basato su party.

Questo semi-prequel, semi-sequel del fantasy con polvere da sparo del 2019 di Spiders, abbandona i combattimenti RPG d’azione mediocri del suo predecessore per elevare la telecamera a una vista semi-aerea per risse a turni simultanei. È più BioWare che Larian, per ammissione, con tutta l’azione che si svolge in tempo reale, ma un chiaro passo verso il tipo di pensiero tattico che ha da tempo caratterizzato l’estremità più complessa dello spettro CRPG.

Tra lo sferrare pugni contro mostri rettiliformi nelle loro facce paffute e lo spiedare criminali umani, un’opzione di pausa attiva ti consente di mettere in coda i prossimi colpi di martello, fendenti di spada e scariche di frecce del tuo gruppo. Le abilità dei personaggi disponibili nella mia anteprima del gioco iniziale sono limitate, ma lasciano intravedere profonde sinergie a venire. Sono in grado di spendere da un pool limitato di punti azione per istruire i miei compagni di partenza a stordire i nemici in attacchi di respinta, lanciare colpi più potenti per danni mirati più elevati e distrarre i nemici dagli alleati malati.

In altre parole, è un mondo lontano dalla formula colpisci-schivata-parry a cui il GreedFall originale si aggrappava. E quando aggiungi gli strani segmenti di tracciamento delle impronte i cui percorsi di briciole di pane visive ricordano i sensi del Witcher di Geralt, montagne di tradizione trasmesse attraverso alberi di dialogo ramificati opzionali e opportunità per completare le linee di ricerca forzandoti attraverso gruppi di nemici, muovendoti furtivamente intorno a loro o usando i tuoi talenti in diplomazia per superare i controlli delle abilità per uscire dal pericolo senza spargere sangue, diventa subito chiaro che GreedFall 2 non sta solo inseguendo ciò che è di moda, ma sta cercando di colpire tutti i tropi del genere CRPG contemporaneamente.

Nuovi inizi

Un po’ ambizioso, forse, ma sembra un’idea abbastanza astuta visto il lavoro precedente dello studio. Come spiega Jehanne Rousseau, co-fondatrice di Spiders, i due milioni di unità vendute del GreedFall originale sono state un successo enorme per il piccolo studio, e hanno lasciato spazio al team per armeggiare con idee più ampie. Gran parte di questo ha comportato la considerazione di miglioramenti richiesti dai fan del primo gioco: approfondire la tradizione, introdurre nuovi contesti che erano stati solo accennati in precedenza e coinvolgere meglio il gruppo del giocatore. “Avere il controllo del gruppo ha più senso per molti giocatori che si avvicinano a questo tipo di giochi in cui hai una squadra e compagni con storie tra loro”, dice Rousseau. “Quindi, la prima cosa è stata cambiare completamente il sistema di combattimento”.

La seconda cosa è stata ribaltare la sceneggiatura. Mentre GreedFall ti posizionava come un colono che arriva sulla magica isola di Teer Fradee alla ricerca di una cura per una malattia che affligge il tuo popolo di ritorno a casa, questo seguito ti posiziona come un nativo dell’isola, presto rapito e trasportato nel continente di origine dei colonizzatori. È una parte del mondo di GreedFall che incombeva sul primo gioco, ma era in gran parte assente dal viaggio del giocatore.

Mentre la storia cambia geografia, sembra anche prendere una piega più oscura. GreedFall 2 non perde tempo a entrare nelle tensioni tra coloni e indigeni, o a suggerire la macellazione che molti dei nostri clan più diffidenti si aspettano che possa essere dietro l’angolo. A beneficio del nostro protagonista piuttosto inesperto, tutto è spiegato dall’alto. “Ciò che è davvero importante per noi nel mondo di GreedFall è che stai interpretando qualcuno che sta scoprendo qualcosa di nuovo”, dice Rousseau. “Stai esplorando nuove culture e nuove persone, quindi mettendoti nei panni di un nativo di Teer Fradee, il continente è qualcosa che dovrai scoprire e capire”.

Moschetti e magia

È quel nuovo mondo, secondo Rousseau, che conferisce a GreedFall 2 il suo sapore unico, e fin dai primi momenti del gioco, c’è la sensazione che Spider stia puntando in grande sul contesto immaginario per agganciare giocatori nuovi e di ritorno. Fin dall’inizio, vieni immediatamente catapultato in un albero di dialogo che offre tanta esposizione quanta ne vuoi, e la missione tutorial iniziale che traccia il tuo viaggio da tribù normale a saggio magicamente sintonizzato non è mai priva di frammenti opzionali di tradizione. Anche la maggior parte degli NPC che incontro durante la mia anteprima parla in una lingua fittizia completamente doppiata – tanto un vanto della costruzione del mondo che Spiders ha già messo nel gioco quanto una dimostrazione di quanto sia impegnata a gettare il giocatore a capofitto.

Quello che troverai in quel mondo è un luogo di imperi in guerra, malvagi e militarmente avanzati, molti dei quali hanno analoghi evidenti nella storia. I cartelli di commercianti sembrano operare in modo molto simile ai ricchi mercanti governanti di Amsterdam e Venezia un tempo, e l’impero democraticamente compiaciuto con un leone sullo stemma sembra una sostituzione per la compiaciutamente democratica Gran Bretagna di un tempo.

Rousseau dice di aver già creato 1.000 anni di storia che precedono gli eventi di GreedFall 2, coprendo le figure storiche che hanno plasmato il suo mondo, le sette fazioni che i giocatori incontreranno nel gioco e i sottogruppi rivali che competono per il potere. Il tuo compito, come sempre, è navigare tra i loro interessi e allinearti con chi ti attrae di più.

“Volevamo davvero offrire molte scelte che sarebbero significative nell’avventura, non solo per avere diversi finali, ma davvero per offrire un viaggio diverso”, dice. L’idea è di fondare il corpo di tradizione altrimenti intimidatorio del gioco nelle personalità dei tuoi compagni. Con ognuno che appartiene a una fazione diversa, possono fornirti informazioni essenziali che possono cambiare il modo in cui affronti un ostacolo, o conferire un peso sociale extra a un incontro cruciale che potrebbe alterare il corso degli eventi.

Scontro tra re

Anche in questa fase iniziale del gioco, i miei compagni Saggi in erba non sono timidi nel condividere i loro pensieri sulle mie decisioni, lodando o criticando regolarmente il mio approccio nel trattare con i coloni e il loro trattamento del nostro clan. Ma sospetto che scegliere il tuo gruppo diventerà solo più importante man mano che il viaggio si allunga e la posta in gioco si alza.

Mentre il GreedFall originale introduceva la storia coloniale di ispirazione europea che costituisce la spina dorsale del suo mondo, la sua intriga e la sua politica sono più accentuate questa volta. Vieni portato più vicino ai corridoi del potere e non hai solo il destino di Teer Fradee tra le mani, ma il nuovo ordine mondiale. Non sorprende, quindi, che Rousseau paragoni il sapore di fantascienza storica di GreedFall 2 alle storie politicamente cariche dell’autore di Game of Thrones George RR Martin. La magia esiste ed è una forza da non sottovalutare, ma sono gli intrighi, i tradimenti e le manovre di potere delle persone comuni a costituire il grosso del dramma.

Non che ci siano stati molti momenti della mia anteprima che hanno affrontato quelle idee elevate con molta sottigliezza. A un certo punto, incontro un gruppo di cacciatori che stanno ripulendo una foresta di animali che per caso sono la fonte di cibo regolare della mia tribù. Uno dei miei compagni si oppone alla loro distruzione spietata e si prepara, immagino, a lanciare alcune parole di scherno ai profittatori coloniali. Ma l’unica frecciata che riesce a formulare è un mite “Anche noi abbiamo bisogno di quegli animali!”, dopo di che mi viene data la possibilità di risolvere il conflitto attraverso l’intimidazione o l’acciaio. Non esattamente il confronto ideologico puntato che speravo.

I dialoghi goffi, senza dubbio in parte conseguenza della traduzione di GreedFall 2 dal francese all’inglese, a volte rovinano ciò che dovrebbero essere momenti drammatici come questi. Anche se immagino che questa sia solo una delle tante aree che miglioreranno col tempo. Con GreedFall 2 che uscirà prima in accesso anticipato su Steam nei prossimi mesi, prima di un lancio completo il prossimo anno, Spiders spera che il maggiore coinvolgimento della comunità aiuti a risolvere grandi cambiamenti di sviluppo, come il sistema di combattimento, oltre a gettare le basi per gli strumenti di modding futuri.

È un approccio che studi come Larian e Supergiant hanno già riscontrato un enorme successo. E dato che la portata dei videogiochi diventa sempre più ampia e i costi per produrli solo aumentano, il modello di accesso anticipato potrebbe ora essere indispensabile per realizzare un RPG delle dimensioni di GreedFall 2? “Beh, guardando a ciò che è successo con Cyberpunk, forse avrebbero dovuto fare l’accesso anticipato”, dice Rousseau. “Ora il gioco è fantastico, ma quando è stato rilasciato non lo era”. Dare consigli aziendali a CD Projekt Red? Beh, nessuno può dire che il team di Spiders non abbia le mire alte.

Leggi di più su www.pcgamer.com

Potrebbero interessarti