Il mining di criptovaluta ha reso estremamente difficile mettere le mani su una scheda NVIDIA GeForce RTX serie 30 o su una scheda AMD Radeon RX 6000. I dischi rigidi e gli SSD potrebbero essere il prossimo componente ad affrontare una carenza. Secondo l’ultimo report di HKEPC, una criptovaluta emergente, Chia Coin, viene “minata” attraverso lo spazio di archiviazione e i miners in Cina stanno acquistando dischi rigidi e SSD a una velocità allarmante.

L’uomo dietro Chia è Bram Cohen, il creatore di BitTorrent, e vuole utilizzare lo spazio disponibile sui dispositivi di archiviazione per la sua criptovaluta poiché gli SSD e i dischi rigidi consumano meno energia, sono più economici e prontamente disponibili rispetto alle GPU.

Secondo il report, i miners hanno visto emergere questa nuova criptovaluta e stanno acquistando tutti i dispositivi di archiviazione che possono. Il processo di mining di Chia richiede una grande quantità di spazio libero ed esegue molte operazioni di lettura e scrittura. In questo caso, la resistenza è altrettanto importante quanto la velocità, quindi gli SSD consumer non sono la scelta migliore per il mining a causa della loro minore resistenza e l’esecuzione di queste operazioni ridurrà significativamente la durata di un SSD. L’obiettivo di questi miners sono dischi rigidi e SSD per uso professionale.

free_up_space_on_Windows_10_hard_drive_740x416

Questi miner hanno acquistato enormi quantità di dischi rigidi con capacità da 4 TB a 18 TB. Nell’area di Hong Kong, ciò ha comportato un aumento dei prezzi da 200 HKD (26 USD) a 600 HKD (76 USD). In un report di MyDrivers, Jiahe Jinwei, un grande produttore di SSD in Cina, ha riferito che tutti i suoi SSD M.2 NVMe Gloway e Asgard da 1 TB e 2 TB ad alte prestazioni sono esauriti. Ha anche affermato che sta adottando misure per impedire ai miners di acquistare grandi quantità di SSD dei consumatori, aumentando anche la loro offerta e sviluppando unità specifiche per il mining.

Se il nuovo Chia Coin dovesse prendere piede, potremmo trovarci di fronte a una carenza di dischi rigidi e SSD, mentre continua quella di GPU.

Fonte: Wccftech.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi