Nella serata di ieri, Chloé Zhao ha portato a casa i Golden Globe 2021 per la Miglior Regia e per il Miglior Film Drammatico, e spera che la sua vittoria possa significare che ‘anche altre persone come me possano realizzare il proprio sogno’.

Anche i Golden Globe 2021 sono giunti a conclusione, e nonostante l’anno difficile che li ha preceduti, soprattutto per il cinema e le sale, la competizione non è mancata, come anche i momenti che hanno fatto la storia. Tra questi, si colloca anche la vittoria di Chloé Zhao come Miglior Regista.

Una foto della regista Chloe Zhao

Già lanciatissima per la stagione degli Award dal Leone D’Oro conquistato all’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia con il suo Nomadland, Chloé Zhao ha trionfato anche ai Golden Globe, accaparrandosi non solo la statuetta per il Miglior Film Drammatico, ma anche quella per la Miglior Regia, diventando la prima donna di origine asiatiche ad aver avuto un tale riconoscimento, e solo la seconda donna nella storia della premiazione a rientrare nella cerchia dei vincitori (la prima fu Barbra Streisand nel 1984 per il film Yentl, come ricorda anche THR).

A volte sembra che una prima volta sia dovuta da tempo” ha commentato la Zhao, riferendosi alla stupefacente scarsità di premi per le donne (di qualsiasi etnia) alla regia “Sono sicura che ci sono state molte altre colleghe prima di me che avrebbero meritato lo stesso riconoscimento“.
Semplicemente, amo il mio lavoro, e se questo significa che altre persone come me possano anche loro vivere il proprio sogno e fare quello che faccio io, allora sono felice“.

Ma ad essere premiato è stato anche il suo Nomadland, che ha ottenuto il Premio come Miglior Film Drammatico.
Se questo può significare che adesso le persone, quando camminano per la strada, scorgendo chi al contrario di loro non vive in una dimora ‘tradizionale’, che hanno uno stile di vita ‘alternativo’, riescono comunque a salutarli e fare cenno con la mano, sono certa che li riempirà di gioia. La consapevolezza, l’essere riconosciuti in questo modo, che tutto ciò penso possa portare alla comunità nomade, è davvero una grande cosa“.

E a proposito di stili di vita alternativi, chissà dove sarà adesso la protagonista della pellicola, Frances McDormand: “Fran vive davvero la sua arte. Sarà probabilmente nel deserto, in questo momento. È stato un privilegio poter vedere il mondo attraverso i suoi occhi e costruire questo personaggio assieme a lei”.

Ma la Zhao non ha ancora finito di stupirci, perché a novembre è in arrivo il suo cinecomic targato Marvel Studios, Gli Eterni.

[…]

Leggi di più su movieplayer.it

Rispondi