Nel mentre che il popolo videoludico si prepara per il sopraggiungere della Next-Gen, con PlayStation 5 e Xbox Series X/S pronte per affrontarsi ad armi spianate, la complicata diatriba tra Epic Games ed Apple non sembra voler accennare a fermarsi. Tra gli ultimi avvenimenti relativi alla questione, figura in particolare il ban dato a Fortnite che durerà per un intero anno, di fatto impedendo alla creatura targata Epic Games di poter essere scaricata su un qualsiasi dispositivi iOS, una mossa che ha chiaramente inferto un duro colpo alle casse della società.

Ora, però, è Epic ha voler passare al contrattacco, di fatto affermando che Apple abbia più volte mentito per porsi in una posizione di vantaggio nella situazione legale andatasi a creare. Andando più nel dettaglio, Apple ha infatti dichiarato che quanto fatto da Epic Games non sarebbe altro che una bislacca mossa per riportare in auge Fortnite dopo che questo, sempre secondo quanto dichiarato dalla compagnia, avrebbe visto tra ottobre 2019 e luglio 2020 una diminuzione del 70% dell’interesse da parte dell’utenza. Epic ha però smentito le affermazioni della rivale, dichiarando che i dati reali parlano piuttosto di un incremento del pubblico pari al 39% nel periodo di tempo indicato da Apple.

Fortnite Official Trading Cards - Reloaded

Epic ha inoltre affermato che tutte le dichiarazioni legate a una più elevata sicurezza dei dispositivi iOS senza la presenza di Fortnite sarebbero falsità senza alcun fondamento, visto che la società non avrebbe mai identificato neanche un solo difetto nella sicurezza del nuovo metodo di pagamento inserito in Fortnite prima della causa legale. Infine, Epic Games si è scagliata violentemente anche sulle affermazioni di Apple che avrebbero dipinto il titolo come “arretrato”, in quanto da anni privo di nuovi aggiornamenti – nella versione iOS -, dichiarazioni effettivamente facilmente smentibili vista la costanza con cui Epic Games presenta patch di ogni tipo e dimensione.

Il discorso di Epic Games si è concluso con il ben noto CEO Tim Sweeney lasciatosi andare a varie accuse contro Apple, la quale sarebbe desiderosa di mantenere la sua condizione di totale monopolio all’interno dell’App Store, anche a costo di dover mentire alla corte. A questo punto, sarà molto interessante vedere come risponderà la stessa Apple che, da quanto visto fino ad ora, non sembra assolutamente intenzionata a voler concedersi per una tregua.

Nel caso in cui foste alla ricerca di qualche nuovo videogioco con cui intrattenervi, vi ricordiamo che su Amazon è recentemente arrivato il tanto chiacchierato Marvel’s Avengers.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi