Far Cry 6 sarà un gioco con riferimenti sociali e politici, ma senza commenti specifici alla situazione dell’isola di Cuba: lo afferma il narrative director del gioco Navid Khavari.

Il gioco avrà, chiaramente, uno sfondo politico e sociale ben riconoscibile, ma Ubisoft non manderà un messaggio di tipo politico come successo con Watch Dogs: Legion, quanto piuttosto raccontare una storia di Guerriglia urbana.

L’ispirazione originale è stata la Guerriglia, che è stata chiaramente legata alla rivoluzione. Quando pensi alla guerriglia, pensi a quella degli anni ’50 e ’60: siamo andati a parlare con dei veri guerriglieri che le hanno combattute, e ci siamo innamorati delle loro storie” ha affermato Khavari.

Ma, nonostante l’ambientazione, quello che vedremo nel gioco sarà uno scenario di fantasia, ispirato dall’ambientazione nel design e nelle tematiche, ma non nel messaggio politico.
Ci siamo innamorati della cultura e delle persone che abbiamo incontrato. Ma abbiamo capito che è un’isola complessa e il nostro gioco non vuole lanciare messaggi politici su quel che accade a Cuba in modo specifico. Abbiamo preso ispirazione dai movimenti di guerriglia.

Fonte: The Gamer

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi