Come avrete visto nel gameplay trailer di Far Cry 6, il prossimo shooter presenterà momenti in cui il gioco si svolgerà in terza persona anziché in prima.

Questi momenti in terza persona non saranno solo limitati ai filmati: vedrete il cambiamento di prospettiva durante alcune parti del combattimento e quando la protagonista Dani entrerà nei campi di guerriglia.

Il narrative director Navid Khavari ha detto che ci sono “alcuni motivi” per cui Far Cry 6 cambierà prospettiva. Il cambiamento è stato introdotto principalmente per evidenziare meglio la protagonista Dani Royas come personaggio, anche se ci sono ramificazioni del gameplay.

Nei filmati, [la terza persona] è qualcosa che il team ha provato all’inizio e si è rivelata sorprendentemente fluida“, ha affermato Khavari. “Sembrava immediatamente che ci fosse più di una connessione con il viaggio di Dani nel mondo, più di una connessione con questa storia epica a Yara.”

I giocatori saranno anche in grado di vedere le personalizzazioni dei loro personaggi. Nei Guerrilla Camps, questa è anche un’opportunità per i giocatori di poter vedere il loro personaggio completamente personalizzato, tutto, dallo zaino ai vestiti“.

Come accennato in precedenza, passerete alla terza persona anche nei campi di guerriglia. Quindi, mentre sarete negli hub, potrete vedere la vostra Dani mentre parla con altri personaggi, in modo simile a giochi di ruolo in terza persona come The Witcher, Dragon Age, Mass Effect e Assassin’s Creed.

Khavari afferma che lo studio voleva mostrare in questo modo le interazioni di fronte ai giocatori, per far sentire Dani un vero personaggio che esiste nello spazio.

L’unica altra volta in cui si passa alla terza persona è quando userete uno zaino Supremo. Come visto nel trailer di Far Cry 6, questi zaini sbloccano potenti abilità per Dani, come un lanciafiamme, un jetpack o una raffica di missili. “In questi momenti, la transizione in terza persona è pensata in modo che i giocatori possano vedere tutti gli effetti dello zaino e sentire meglio il suo impatto sull’azione“, conclude Khavari.

Fonte: Gamespot.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi