Triste notizia per i fan della serie Fallout, anche se non si tratta di qualcosa legato in senso stretto alla serie videoludica.

Nella giornata di oggi, l’ex-sviluppatore di Fallout, Joel Burgess, ha comunicato a tutti la scomparsa di River, un pastore tedesco. Nel caso ve lo steste chiedendo, si tratta del cane che, ai suoi tempi, fece da ispirazione per Dogmeat, il compagno canide di Fallout 4.

La morte di River ha spinto Burgess ha rivelare un interessante retroscena sul gioco: in origine, gli sviluppatori non volevano usare un cane vero per creare Dogmeat, limitandosi ad usare foto e riferimenti di altri pastori tedeschi.

Fu in quel momento che Burgess decise di portare negli studi Bioware un cane vero, River. Ora avevano a disposizione un “attore” che poteva fornire movenze e rumori fedeli.

Con il passare del tempo, gli sviluppatori iniziarono a sfruttare la presenza di River per realizzare i tratti più distintivi di Dogmeat e per rendere la sua IA più credibile. E, naturalmente, questo non faceva che aumentare il legame del team con il cane.

Movenze e abitudini di Dogmeat, come il vederlo correre davanti al giocatore, fermarsi, guardare indietro e aspettarlo, non sono animazioni messe a caso, ma è stato tutto copiato dal comportamento di River con i suoi amici sviluppatori.

In sintesi, Dogmeat non era un cane generico, ma un vero e proprio alter ego digitale della bestiola.

La sua morte è stata un brutto colpo per Burgess, ma siamo sicuri che la sua eredità resterà viva finché ci saranno giocatori che esploreranno le terre contaminate in compagnia di Dogmeat.

Fonte: Kotaku

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi