Tra le diverse idee di Elon Musk c’è anche quella che consentirebbe di collegare i cervelli ai computer, per consentire il controllo di altri computer attraverso le capacità intellettuali. A tal proposito, la startup Neuralink voluta da Musk, sta studiando effettivamente come ottenere questa soluzione. Ora, la startup sembra aver fatto passi da gigante, con una scimmia a cui è stato impiantato un chip e che riesce a giocare ai videogiochi usando la mente.

L’obiettivo reale di Musk e Neuralink è quello di eliminare gli intermediari quando si tratta di interfacciarsi con computer esterni. Musk dice che gli esseri umani oggi sono praticamente come i cyborg a causa del loro uso e della dipendenza da dispositivi come telefoni e computer. Detto questo, la connessione tra esseri umani e computer, vale a dire le dita o la voce, è lenta. Neuralink, quindi, vuole creare un’interfaccia neurale cervello-macchina che renda veloci le azioni, come se fossero appunto un pensiero.

I primi esperimenti dell’azienda coinvolgono animali, dai maiali alle scimmie, e Musk, ha rivelato orgogliosamente l’ultimo esperimento della startup. Sulla piattaforma social Clubhouse, Musk ha raccontato come hanno installato con successo un impianto su una scimmia per consentirle di giocare a “Mind Pong” con altre scimmie. Non è entrato nei dettagli sul successo dell’ultima parte, ma ha assicurato alla community che non è una scimmia infelice. È probabile che presto ci sarà un vero comunicato ufficiale sui risultati ottenuti.

musk

Anche se le idee di Elon Musk vertono su una sorta di “Cyberpunk 2077 reale”, è molto probabile che questo chip possa essere utilizzate da persone con difficoltà motorie per interfacciarsi a computer utilizzando semplicemente la mente.

Fonte: SlashGear

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi