Cerca
Close this search box.

Dreaming Isles risponde a una domanda importante: cosa succederebbe se Stardew Valley fosse ambientato in alto mare?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Questo accogliente farming sim risponde alla domanda: Cosa succederebbe se Stardew Valley fosse ambientata in alto mare?

Lo sviluppatore solitario YawningDad sta attualmente lavorando a Dreaming Isles, un simulatore di vita agricola con qualche avventura in alto mare. Simile a Stardew Valley di ConcernedApe, questo sim di prossima uscita vedrà i giocatori iniziare una nuova vita in una fattoria. L’unica differenza è che, invece di essere ambientato a Pelican Town, i giocatori ricominceranno dopo essere naufragati su un’isola misteriosa.

In Dreaming Isles dovrai coltivare, creare munizioni e persino ripristinare una nave per poter esplorare l’isola. Mentre cerchi di inserirti tra gli abitanti del luogo, dovrai aiutare a sfamare gli abitanti dell’isola, stringere rapporti con loro e forse anche trovare qualche storia d’amore lungo la strada. Se tutto questo non è abbastanza eccitante, avrai anche la possibilità di dedicarti ad alcune attività legate ai pirati.

Dreaming Isles ha un nuovo trailer in vista del Next Fest di febbraio! #TrailerTuesday pic.twitter.com/9g0yg2SCi621 novembre2023

 

Sebbene Stardew Valley sia un gioco facile da paragonare a questo, Dreaming Isles in realtà prende spunto da The Legend of Zelda, in quanto i giocatori devono affrontare i nemici con la spada e persino imparare un po’ di stregoneria. I fan di Sea of Thieves saranno felici di sapere che questo simulatore di vita ti permetterà di sparare palle di cannone contro le navi vicine e persino di navigare nell’oceano alla ricerca di nuove zone dell’isola da scoprire.

Dreaming Isles uscirà su PC nel corso dell’anno. Puoi fare la wishlist e giocare alla sua demo su Steam, oltre a seguire lo sviluppatore su Twitter per rimanere aggiornato sul progetto.

Scopri quali altre gemme nascoste sono in arrivo con il nostro elenco dei giochi indie in uscita.

Leggi di più su www.gamesradar.com

Potrebbero interessarti