I giocatori dei Doom classici continuano a completare alcune delle sfide della community più difficili rimaste, senza attaccare un solo nemico in alcuni dei livelli più difficili mai pubblicati.

All’inizio degli anni ’90, poco dopo l’uscita di Doom II, alcuni dei migliori giocatori di Doom al mondo si sono uniti su un sito web chiamato Compet-n. Questo sito ospitava speedrun, demo e varie sfide della community per centinaia di livelli distribuiti tra vari giochi Doom e add-on ufficiali. Queste sfide implicavano trovare tutti i segreti, uccidere tutti i nemici, superare i livelli senza attaccare i nemici e altro ancora. Nel tempo i giocatori hanno completato la maggior parte di queste sfide. Ma alcune sono ritenute davvero impossibili.

Nel 2019, Decino, un esperto di Doom e Youtuber, ha caricato un video che mostrava le rimanenti sfide impossibili. Alcune potevano essere completate tramite esecuzioni di tool, ma altre sembravano impossibili anche con software aggiuntivi. Da quel video in poi, alcuni dei migliori giocatori di Doom al mondo si sono cimentati in queste cosiddette sfide impossibili.

Finora sono riusciti ad ottenere dei buoni progressi, come si può vedere nell’ultimo video di Decino, un aggiornamento sullo stato attuale delle sfide impossibili nei giochi Doom classici.

Tre sfide ritenute impossibili sono state completate dagli esperti di Doom:

Alcune altre sfide possono essere completate utilizzando tool o salvando e caricando exploit. Ma poiché le demo non possono essere registrate durante il salvataggio e il caricamento di un gioco, sono ancora considerate “non completate”.

Fonte: Kotaku.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi