Denis Villeneuve confessa di non essere ancora venuto a patti con la genesi di Blade Runner 2049 e di non essere ancora in grado di rivedere il suo film.

Mentre è impegnato nel suo reboot di Dune, Denis Villeneuve confessa di non essere pronto a riguardare Blade Runner 2049, altra monumentale rilettura a cui si è accostato negli anni passati.

Blade Runner 2049: una foto di Ryan Gosling

Blade Runner 2049: una foto di Ryan Gosling

La confessione è arrivata nel corso di un’amabile chiacchierata tra Denis Villeneuve e il suo fidato collaborare, il direttore della fotografia Roger Deakins, nel podcast Team Deakins.

“Quando lavoro con te, mi trovo in una posizione in cui imparo qualcosa su come si gira un film ogni giorno” ha confessato Villeneuve a Deakins, con cui ha lavorato in Prisoners, Sicario e Blade Runner 2049 prima di imbarcarsi nell’epica avventura di Dune. “Lavorare con te è un processo di apprendimento continuo, è una sfida eccitante. Adesso mi sto occupando degli effetti speciali di Dune e mi ritrovo a parlare di luce e a chiedere cose pensando ‘Questo è Roger.’ So che sono in grado di fare certe cose grazie a Roger.”

Il regista canadese ha però ammesso di non essere pronto ad analizzare gli errori commessi col sequel di Blade Runner:

“Non sono ancora stato in grado di rivedere Blade Runner 2049. Mi occorre del tempo per digerire i miei film. Quando faccio un film provo una gioia profonda, ma anche rabbia e sofferenza legate al processo. Quando è finito, mi ci vogliono anni prima di essere in grado di rivederlo per ciò che è. Con Blade Runner non sono ancora a quel punto.”

Dune, attualmente in post-produzione, dovrebbe arrivare nei cinema a dicembre 2020.

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi