Cyberpunk 2077 ha fatto la storia per diversi motivi, non tutti degni di vanto, ma uno in particolare verrà ricordato per sempre: lo stato del gioco al lancio era talmente misero da aver spinto Sony a rimuoverlo completamente dal suo PS Store, un ban che persiste anche a distanza di mesi.

In altre parole, i giocatori non possono ancora acquistare il titolo su PS4 o PS5 in forma digitale e possono affidarsi solo alle copie fisiche. In un’industria che vede crescere ogni giorno che passa le vendite digitali, si tratta di una bella fetta di pubblico perso.

L’uscita della patch 1.2 di Cyberpunk 2077 ha risolto gran parte dei problemi che avevano causato la delusione dei fan, ma Sony non ha ancora reintegrato il titolo CD Projekt nel proprio negozio. Che il titolo sia ancora sotto i suoi standard, oppure stanno semplicemente aspettando il momento opportuno?

Secondo l’opinione di alcuni analisti, pubblicata sulla testata polacca PAP Biznes, Sony riporterà Cyberpunk 2077 sul PS Store solo dopo l’uscita della patch PS5, ovvero quando il titolo sarà pronto e plasmato per le console next-gen, invece di girare in retrocompatibilità.

L’ipotesi è sensata: quale miglior momento per accogliere nuovamente Cyberpunk 2077, se non quando si trova al massimo del suo potenziale, ovvero quando potrà vantare grafica e feature next-gen?

Naturalmente, si tratta solo dell’opinione di alcuni analisti: sia Sony che CD Projekt RED non hanno ancora comunicato ufficialmente il rientro di Cyberpunk 2077 nel PS Store e, a onor del vero, ignoriamo perfino la data di lancio della patch next-gen.

Gli sviluppatori hanno dichiarato che il ritorno del titolo su console Sony è sempre più vicino, quindi possiamo comunque restare ottimisti.

L’originale roadmap di CD Projekt vedeva l’upgrade next-gen previsto per la seconda metà del 2021 quindi, salvo gravi ritardi, bisognerà aspettare ancora un po’, ma non moltissimo.

Fonte: NintendoSmash

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi