Ci vogliono molti sforzi e risorse per creare un mondo grande come Night City per un gioco come Cyberpunk 2077. Ci vuole ancora di più per perfezionare un mondo vivo e vitale come quello di Red Dead Redemption 2. Ma se questi mondi enormi potessero essere creati in pochi giorni attraverso il cloud gaming? Per Microsoft tutto questo potrebbe essere la norma in futuro.

Attraverso un’intervista, James Gwertzman, responsabile del cloud gaming di Microsoft, ha affermato che “sembra quasi uno spreco” da parte di Rockstar Games o CD Projekt RED impegnarsi così tanto per creare un mondo grande per solo un gioco. Come esempio ha preso anche Cyberpunk 2077 affermando che costruire Night City non è affatto economico.

L’idea è: perché non fare in modo che il cloud computing crei mondi così complessi che possono poi essere presi in prestito dagli sviluppatori per i propri giochi? Uno sviluppatore che lavora su un gioco cyberpunk potrebbe prendere in prestito il mondo di Night City e poi aggiornarlo in modo che il mondo non sembri un clone della città di Cyberpunk 2077. Ciò non sarebbe solo rapido ed economico, ma anche aperto a ulteriori modifiche senza dover tenere costantemente d’occhio il budget di sviluppo.

E se qualcun altro costruisse il mondo e tu lo prendessi in prestito come fa ad esempio uno studio cinematografico e avessi una versione aggiornata per il tuo gioco?” ha detto Gwertzman. “Stiamo già vedendo cose del genere con Roblox, con le mod, con Minecraft. Da un lato questi sono giochi, ma sono anche piattaforme per la creazione di altri giochi“.

cyber

Gwertzman ritiene che il cloud gaming porterà probabilmente a società che costruiscono, noleggiano o affittano solo mondi agli sviluppatori per i loro giochi. Un esempio è Microsoft Flight Simulator: “Ci sarebbero voluti decine di migliaia di artisti a costruire la terra in 3D, ma il computer può farlo“, ha spiegato Gwertzman. “Una volta che hai costruito il modello una volta e funziona, puoi eseguire il modello su tutta la terra. E ci sono volute solo 72 ore. Ci è voluta un’enorme quantità di potenza di calcolo, ma questo è il vantaggio del cloud. Puoi prendere migliaia di server per 72 ore e poi lasciarli quando hai finito. È costoso, ma non devi essere una grande azienda per farlo. Puoi prendere in affitto i dati da qualche parte e affittare lo spazio sul server“.

Fonte: Segment-next

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi