Cerca
Close this search box.
How Broken Sword - Shadow Of The Templars: Reforged Aims To Bring Point And Clicks To A New Generation

Come Broken Sword – Shadow Of The Templars: Reforged mira a portare i punta e clicca a una nuova generazione

Tempo di lettura: 5 minuti
How Broken Sword - Shadow Of The Templars: Reforged Aims To Bring Point And Clicks To A New Generation

I giochi punta e clicca sono stati un mio grande amore fin dai tempi in cui venivano distribuiti su più floppy disk ed erano contenuti in scatole giganti di formato A4, con più documenti di quanti ne possano entrare in una moderna custodia per videogiochi. Negli anni ’90 abbiamo assistito al lancio di molti dei migliori punta e clicca mai realizzati, dai giochi di Monkey Island a Grim Fandango, Discworld, Day of the Tentacle e, non dimentichiamolo, l’inizio della serie Broken Sword.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

I giochi punta e clicca sono relativamente rari al giorno d’oggi, anche se ogni pochi anni abbiamo una nuova gemma da gustare. Broken Sword ha pubblicato il suo quinto titolo nel 2013 dopo un lancio Kickstarter di successo, Ron Gilbert ci ha presentato Thimbleweed Park nel 2017, la serie Monkey Island è tornata in auge nel 2022 con Return to Monkey Island. Ci sono stati anche altri titoli minori, come Lucy Dreaming e The Case of the Golden Idol, per soddisfare i fan del punta e clicca.

Ora la serie Broken Sword sta facendo un nuovo ritorno, non solo offrendo una rimasterizzazione del primo gioco della serie con Broken Sword – Shadow of the Templars: Reforged, ma anche invitando i giocatori a vivere una nuova avventura con George e Nico nel prossimo Broken Sword: Parzival’s Stone. I giochi punta e clicca sembrano essere tornati in auge e questo è ottimo per i fan veterani del genere che conoscono bene il loro funzionamento, ma per i nuovi arrivati il gameplay può risultare difficile da gestire.

Interessante sia per i fan di vecchia data che per i neofiti

Per contribuire a far conoscere il genere a un nuovo pubblico, Reforged offrirà due modalità: una modalità tradizionale, fedele all’originale, in cui i giocatori dovranno occuparsi da soli dell’indagine, e una modalità storia che darà ai giocatori un aiuto. Uno dei punti di forza della modalità storia è che ti aiuta senza togliere il senso di soddisfazione che si prova quando si risolve il problema da soli.

Le cose sono cambiate dalla prima volta che ho giocato a Broken Sword. Era prima che la mia famiglia avesse internet e dovevi soffrire per giorni bloccandoti sui puzzle o sperando di conoscere qualcuno che non solo giocava, ma era anche più avanti di te. C’erano dei numeri premium che potevi chiamare, ma i miei genitori non me li lasciavano mai chiamare perché ti costavano una piccola fortuna. Ora, i walkthrough sono molto comuni e quindi avere un sistema di suggerimenti nel gioco non sembra un grande passo avanti, ma avere la soluzione così facilmente a portata di mano nel gioco è un po’ troppo allettante.

Il creatore di Broken Sword, Charles Cecil, spiega che il problema dei tipici sistemi di suggerimenti che forniscono la risposta è che una volta che il giocatore li usa, la magia di risolvere gli enigmi da solo viene meno ed è più probabile che continui a usare il sistema di suggerimenti in continuazione.

“Non vogliamo fare la morale ai giocatori dando loro la soluzione”, afferma Cecil. “Il più grande complimento che sento fare ai nostri giochi è quando le persone dicono che non sembrano puzzle, ma sfide narrative interessanti che devono essere superate. Nel progettare i puzzle, è questo che vogliamo. Deve esserci una sfida, ma quella sfida non deve essere frustrante, ed è un equilibrio incredibilmente sottile da raggiungere”

George in the cave with the body in Broken Sword Reforged.

La modalità storia di Reforged inizierà invece a rimuovere le opzioni che hai esaurito. Se clicchi su un oggetto un paio di volte e raccogli tutte le informazioni possibili, alla fine non potrai più cliccarlo perché non è più necessario. Più giochi ed esplori, più il gioco restringe le opzioni, portandoti alla conclusione giusta e dandoti la soddisfazione di averla risolta da solo. Si tratta di un’evoluzione intelligente del genere, che potrebbe vedere il successo di una nuova generazione di giocatori.

“Quello che vorrei trasmettere e cercare di convincere le persone è che l’interfaccia del punta e clicca è in realtà un’ottima interfaccia semplice da cui emerge la complessità”, ci dice Cecil. “È chiaro che la manteniamo, ma cerchiamo di offrire un’esperienza d’uso che sia adatta al 2024 e non al 1996”

Cecil sta anche valutando se gli hotspot interattivi debbano essere riattivati se non giochi da un po’ di tempo per aiutarti a orientarti di nuovo e ricordarti qualsiasi contesto importante che potresti aver dimenticato. Inoltre, il team ha in programma di implementare un modo per riavvolgere il dialogo in modo che i giocatori possano tornare indietro per vedere cosa è successo in precedenza. Sono proprio miglioramenti come questo a rendere il gioco accessibile non solo ai nuovi giocatori della serie, ma anche a quelli che si avvicinano al genere.

Anche se all’inizio i giocatori che non hanno familiarità con i punta e clicca possono sfruttare i vantaggi della modalità storia e il modo in cui questa riduce le opzioni, man mano che si abituano al genere e ai suoi soliti tropi, acquisiranno una maggiore intuizione di ciò che sta accadendo e non si troveranno a fare tanto affidamento sul sistema. Sembra quasi che il sistema di gioco sia una sorta di allenamento per facilitare l’ingresso dei giocatori in un genere che altrimenti non avrebbero mai provato.

Inoltre, nella versione originale a volte non era chiaro che potevi sia interagire che esaminare gli elementi quando posizionavi il cursore sopra di essi, quindi Reforged lo renderà molto più chiaro in modo da non perdere nessun indizio vitale.

Il famigerato puzzle della capra

Se hai mai giocato all’originale Broken Sword: Shadow of the Templars, ti sarai imbattuto in una bestia infame che ti ha battuto più volte fino a farti strappare i capelli. Devi eseguire un’azione e poi, mentre sei a terra, cliccare rapidamente su un altro punto caldo per riuscire. La capra in Irlanda è probabilmente l’enigma più difficile del gioco e per questo Cecil ha pensato di semplificarlo per la modalità Storia di Reforged (cosa che il team ha fatto anche per la Director’s Cut).

“Direi che con la capra il problema è che stiamo introducendo per la prima volta, a un terzo del gioco, una nuova meccanica che prevede che tu faccia clic sulle cose mentre ti trovi in uno stato particolare, il che non mi sembra molto corretto”

Anche se vorrei che tutti dovessero soffrire per la capra come ho fatto io la prima volta che ho giocato, perché la miseria ama la compagnia e tutto il resto, capisco perché la modalità Storia potrebbe aver bisogno di un modo più semplice per gestirla.

Nonostante la mia memoria sbiadita mi dicesse cosa fare, ho fallito più volte nell’azzeccare i tempi mentre giocavo a Reforged, al punto da chiedermi se avessi ricordato bene la soluzione.

Broken Sword's physical collector's edition on all platforms.

L’enorme successo della Reforged Collector’s Edition su Kickstarter ha riaffermato al team che i fan di lunga data di Broken Sword sono ancora appassionati della serie e che c’è un volume tale da giustificare un nuovo gioco di avventura. Anche se Cecil non ha promesso nulla, ha detto che il team sarebbe “piuttosto stupido a non rivisitare Broken Sword 2 come remaster e ha anche detto che gli piacerebbe rivisitare anche il resto della serie.

Tradizionalmente, Revolution Software pubblica i giochi non appena vengono completati, per cui la versione per PC esce mesi prima di quella per console. “Questa volta, grazie al Kickstarter, siamo in grado di completare la versione per PC [versione], poi scrivere le versioni per console, mentre perfezioniamo la [versione] per PC [versione per PC]”, spiega Cecil, spiegando che questo tempo extra dà loro l’opportunità di mettere a punto la grafica, i bug e le rifiniture finali, che saranno poi applicate anche alla versione per console.

Revolution Software sta prendendo molto sul serio Reforged, che potrebbe segnare l’inizio di una rinascita dell’intera serie se avrà successo. Affinché sia un vero successo, deve non solo riscuotere il consenso della fanbase esistente, ma anche trovare il consenso di una nuova generazione e far sì che i giocatori moderni apprezzino e si innamorino dei punta e clicca. So di essere già convinto di Reforged, ma la mia prossima sfida sarà convincere mio figlio di 11 anni a giocarci.

Leggi di più su www.thegamer.com

Potrebbero interessarti