La stavate aspettando, vero giocatori di Warzone? Finalmente eccola rivelata. Con un trailer cinematico che potete vedere più sotto in questa notizia è stata finalmente svelata la nuova mappa che sarà protagonista dell’update del 16 Dicembre di Call of Duty Warzone. All’interno del video inoltre si può anche notare un nuovissimo operatore che prenderà parte alla guerra messa in atto sulla nuova Rebirth Island, il suo nome è Stitch e sembra avere molti conti irrisolti.

I milioni di giocatori di Call of Duty hanno atteso trepidanti questo momento soprattutto per il delay che questa nuova stagione sta avendo. È molto probabile però che il ritardo sia dovuto ad una voglia di Activision di rendere tutto perfetto e far si che questo primo contenuto dopo il lancio del fenomenale Black Ops Cold War vada per il meglio. Se volete maggiori dettagli sul nuovo operatore: Vikhor “Stitch” Kuzmin è un ex soldato del KGB e attuale leader del programma Nova 6 (un gas letale che è ancora oggetto di ricerca da parte delle forze ribelli).

Nova 6, non ti sorprenderà apprenderlo, è ora in fase di fabbricazione subdola su Rebirth Island. pare che però Adler ci abbia messo lo zampino facendo in modo di interrompere la produzione di questo gas letale sull’isola. Soltanto venti anni dopo avremo l’occasione di dover interrompere Stitch e i suoi piani malvagi. All’interno del trailer è inoltre possibile vedere qualche piccoli “hint” a quella che sembra una nuova esperienza all’interno del Gulag e anche una nuova mappa dedicata completamente al multiplayer di Call of Duty Black Ops Cold War.

Fino ad ora abbiamo soltanto queste informazioni, sicuramente Activision non si farà attendere con delle nuove notizie su questa prima stagione di Cold War che parte sicuramente con il piede premuto sull’acceleratore con questa nuova mappa! Siete contenti di come Activision stia aggiornando il suo Battle Royale? Fatecelo sapere con un commento sotto questa notizia!

Se avete bisogno di credito per il PSN, potete trovarlo qui insieme all’abbonamento di un mese

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi