Uno youtuber italiano, savyultras90, ha analizzato il sistema SBMM (Skill Base Match Making) di Call of Duty Warzone per rispondere a una domanda: “L’SBMM esiste su Warzone?”. Questa funzione permette di creare le lobby in base al livello di abilità dei giocatori, in modo da garantire delle partite equilibrate.

Lo youtuber e i suoi collaboratori hanno utilizzato uno script chiamato SBMM-Analysis di “lapalice88” pubblicamente disponibile su GitHub. Questo è servito per raccogliere i dati di 650 partite diverse con 96.864 giocatori, 88.117 giocatori unici, 26 giocatori internazionali e 3 Top Players italiani. Successivamente li hanno divisi in base al ratio (Kill/Death Ratio, abbreviato in KDR), ovvero [0.75], [0.75 – 1], [1 – 2], [2 – 3] e [ 3]. Importante specificare che tutti i giocatori analizzati, a parte il team dello youtuber, sono casuali.

Dalla prima slide condivisa è possibile notare che le partite sono maggiormente facilitate per gli utenti con 0.75 di KDR i quali si ritrovano all’interno di lobby mediamente più facili. Mentre tutti gli utenti con KDR superiore a 1, invece, si ritrovano delle lobby a dir poco casuali, con utenti con KDR maggiore di 3 che appaiono invece all’interno di lobby “più facili” (per le loro capacità) rispetto a chi ha un livello di ratio inferiore.

Foto generiche

Questa discrepanza è dovuta al fatto che circa il 95% dei 96.864 analizzati ha un ratio inferiore al 2 creando, perciò, delle difficoltà al team di Activision di creare lobby maggiormente competitive per i giocatori di ratio elevato. Nell’istogramma sottostante è infatti possibile notare che la media lobby del KDR è di 1.121, di certo abbastanza facilitate per chi ha un ratio maggiore di 3 (un numero di utenti pari allo 0.77% tra i quasi centomila analizzati).

Call of Duty Warzone SBMM 4

Un’altra curiosità che fa dubitare dell’SBMM deriva dal grafico della densità del KDR: mentre gli utenti con ratio tra 0.75 e 1 è più spostato a destra, tutti gli altri livelli sono molto vicini tra loro. Ciò indica che il livello medio delle lobby oscilla tra 1 e 1,25 (0.25% di oscillazione) mostrando che quasi tutti i giocatori trovano lo stesso livello di lobby.

Call of Duty Warzone SBMM 5

Successivamente, il team ha analizzato la relazione tra il KDR di squadra e il KDR della lobby sperando di trovare delle lobby di ratio più alto per squadre di ratio elevato. Purtroppo non è così, mostrando di fatto una correlazione tra ratio di squadra e ratio della lobby di 0.2… sembra non ci sia alcun pattern.

Call of Duty Warzone SBMM 3

Analizzando i dati raccolti in 50 partite con 22.000 giocatori totali e 21.000 unici dei Top 3 italiani, le lobby più difficili che hanno dovuto affrontare avevano un KDR di massimo 1.45. Un dato che dimostra che, effettivamente, non esistono partite con KDR pari o superiore al 2, rendendo la vita facile (o quasi) ai giocatori più abili.

Call of Duty Warzone SBMM

Dopo aver analizzato i vari grafici, il team di savyultras90 ha concluso: “… che il KDR è un parametro che influenza il matchmaking, ma sicuramente non è il parametro principale. La disponibilità dei giocatori per riempire la lobby e la qualità della connessione possono essere i fattori che influenzano di più la creazione della lobby“.

Cosa ne pensate quindi dei dati raccolti in Call of Duty Warzone dallo youtuber? Argomentate nei commenti! Vi invitiamo, inoltre, a visionare la nostra recensione di Call of Duty Black Ops Cold War!

Call of Duty Black Ops Cold in bundle con le cuffie Astro Gaming 10, è disponibile a un prezzo d’eccezione su Amazon Italia!

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi