Un nuovo video confronto di Biomutant è stato condiviso online di recente ed evidenzia le differenze visive tra le versioni PC e console current-gen.

Il video, realizzato da ElAnalistaDeBits, evidenzia come la versione PC del gioco sia la migliore, con una maggiore qualità delle texture, ombre, filtro anisotropico e drawing distance. Le console eseguono il gioco in modalità retrocompatibilità, quindi c’è spazio per molti miglioramenti, specialmente su PlayStation 5, poiché il gioco gira solo a 1080p sulla console di Sony di attuale generazione.

Ecco le differenze emerse dall’analisi:

  • PS5 offre una risoluzione di 1080p. Xbox Series X gira a 2160p, mentre Series S offre due opzioni: 1440p/30fps o 1080p/60fps.
  • In tutte le versioni il framerate può essere bloccato a 30FPS. Series S vede un miglioramento della risoluzione in questa modalità.
  • La qualità delle texture è generalmente peggiore su Series S. Molto meglio su PC negli spazi più ampi.
  • Migliori ombre esterne su PC, un po’ peggiori su Series X e PS5.
  • Le ombre su Series S sono leggermente migliori in modalità 30FPS, ma inferiori rispetto alle altre versioni.
  • Tempi di caricamento più rapidi su Xbox Series X/S.
  • Il filtro anisotropico ha un chiaro vantaggio nella versione PC. Series S migliora questa impostazione in modalità 30FPS.
  • La drawing distance è notevolmente migliore su PC (specialmente nelle ombre).
  • Ci sono alcuni problemi di framerate (più evidenti su Series S).

In finale, il canale afferma che “questo gioco necessita di alcune ottimizzazioni nelle versioni per console“.

Biomutant è disponibile da oggi su PC e console in tutto il mondo.

Fonte: Wccftech.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi