Sapevamo che durante la roundtable di oggi riguardante l’acquisizione di Zenimax e Bethesda da parte di Microsoft non ci saremmo dovuti aspettare annunci di nuovi titoli o IP, ma sarebbe stata solo una spiegazione della roadmap delle prossime pubblicazioni e di come avrebbe funzionato la distribuzione dei vari titoli già in ballo. Ebbene, Phil Spencer ha fatto una dichiarazione spiazzante.

“Se sei un utente Xbox, voglio che tu sappia che qui parliamo di portare sul mercato grandi giochi in esclusiva, che arriveranno sulle piattaforme dove esiste il Game Pass”. Sembra tutto logico e normale, ma l’implicazione di questo discorso è più ampia di quanto sembri: le console che non supportano Game Pass non avranno giochi Bethesda.

Certo, rimangono gli accordi contrattuali di distribuzione di giochi come Deathloop e Ghostwire: Tokyo, ma per i futuri, attesissimi titoli, ci sarebbe una sola via d’uscita.

Microsoft, dunque, sembrerebbe voler forzare la mano a Sony e Nintendo perché accettino di supportare il servizio, qualcosa che sarebbe rivoluzionario.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi