Cerca
Close this search box.
Image for Atlus was

Atlus è stata “estremamente attenta” ai cambiamenti di Persona 3 Reload: “le cose belle non invecchiano con il tempo e la grandezza non svanisce”

Tempo di lettura: 3 minuti
Image for Atlus was

Persona 3 Reload è un remake fedele dell’originale del 2006 – e io l’ho adorato – ma dato che Persona 3 Portable rimasterizzato è uscito su Steam proprio l’anno scorso, ci si potrebbe chiedere perché Atlus abbia scelto di tornare a quel materiale di partenza così presto.

Parlando con PC Gamer in un’intervista tradotta dallo staff di Atlus West, il produttore generale del team di Persona, Kazuhisa Wada, ha dichiarato che Persona 3 meritava l’aggiornamento Reload per dare al pubblico moderno un modo per godersi la sua storia stellare con le specifiche moderne, e che i cattivi di Strega meritavano più tempo al sole (e nell’Ora Oscura).

“Le cose belle non invecchiano con il tempo e la grandezza non svanisce”, ha dichiarato Wada. “Quindi ho pensato che fosse necessario non solo per noi, ma anche per i posteri, mantenere la storia e l’esperienza di gioco di Persona 3 in uno stato tale da poter essere goduta con le specifiche e l’hardware di oggi, ovvero il livello reale di Persona 5”

Il grande successo di Persona 5 Royal ha rafforzato questo desiderio. “Abbiamo pensato che molti di questi fan stessero giocando alla serie per la prima volta”, ha detto Wada. “Pertanto, volevamo che anche loro, così come i fan che avevano giocato all’originale Persona 3, potessero godere dell’esperienza definitiva del gioco”

La grafica, le tracce audio e i sistemi di combattimento sono stati aggiornati agli standard moderni. La storia è rimasta la stessa, con alcuni cambiamenti degni di nota. Le scene estive in spiaggia, che sono state criticate per il sessismo e la transfobia, sono state attenuate.

“Nella nostra politica di remake, volta a creare un Persona 3 natsukashiku mo atarashii [nostalgico ma nuovo] nella produzione di Reload, siamo stati estremamente attenti alle aree da modificare e a come adattarle”, ha dichiarato Wada. I personaggi e le ambientazioni dell’originale sono stati lasciati per lo più intatti.

“Il design dei personaggi di base e quello basato su ambientazioni storiche – ad esempio i telefoni cellulari – sono aree in cui volevamo rimanere fedeli all’originale”, ha dichiarato. “Per quanto riguarda le revisioni e i piccoli aggiustamenti, abbiamo cercato di mantenere l’impressione originale di Persona 3, ovvero quella di essere natsukashiku mo atarashii, e di dargli una nuova veste del presente”

How To Defeat Priestess On The First Full Moon In Persona 3 Reload

Con un’eccezione importante, le intriganti storie della banda Strega sono state rafforzate.

“Una cosa che volevo fare da quando abbiamo realizzato l’originale Persona 3, ma che non avevo mai fatto: volevo aumentare la rappresentazione degli Strega”, ha detto.

I cattivi Strega, il cui nome significa “strega” in italiano, sono un trio di utenti di Persona come i personaggi principali, anche se i loro poteri sono stati creati artificialmente. Cercano di preservare l’Ora Oscura e le sue letali Ombre per mantenere i propri poteri.

In Reload il protagonista interagisce più direttamente con il trio di Strega e combatte persino al fianco di Takaya contro un’ombra particolarmente forte. La rappresentazione degli Strega è molto più sfumata in Reload rispetto all’originale.

“Sono un gruppo di nemici molto affascinante e sconcertante”, ha detto Wada. “Quindi volevo assicurarmi che la loro spina dorsale e la loro ideologia fossero trasmesse e volevo che i nostri fan sentissero la catarsi della storia scavando più a fondo nel tema”

Il risultato, come il resto dell’aggiornamento, sembra una nuova uniforme da battaglia per un vecchio classico: un outfit intelligente che non si sforza di essere uno stile completamente nuovo.

Leggi di più su www.pcgamer.com

Potrebbero interessarti