Da quando è stato lanciato sul mercato, Assassin’s Creed Valhalla ha ricevuto un responso misto: pur apprezzandone la qualità complessiva, che gli ha permesso di raggiungere un livello medio superiore a tutti gli Assassin’s Creed recenti, sia la critica che il pubblico non hanno potuto fare a meno di notare l’enorme numero di bug che affliggevano (e in buona parte affliggono tutt’ora) il gioco di Ubisoft. Già dopo poche settimane, Valhalla è sicuramente in uno stato migliore di com’era al lancio, e ci sono pochi dubbi sul fatto che la casa francese, nel corso di quest’anno, lavorerà per eliminare i glitch più gravi, eppure una buona fetta dei fan non sono contentissimi della situazione: in molti, infatti, accusano il publisher di curare maggiormente le microtransazioni e gli oggetti cosmetici, inseriti periodicamente nello store, piuttosto che concentrarsi sulla risoluzione dei problemi.

Assassin’s Creed: Valhalla

Buona parte delle lamentele, in particolare, riguardano quei bug “game breaking” che impediscono di avanzare nella storia principale, che Ubisoft non starebbe trattando con sufficiente attenzione, evitando di inserirli in cima alla lista delle priorità. Gli sviluppatori, sostengono i fan sul subreddit di Assassin’s Creed Valhalla (dove le discussioni in tal senso sono infuocate), sarebbero già concentrati sulla roadmap post lancio, tra espansioni a pagamento e continue aggiunte nel negozio interno al gioco, e starebbero in parte ignorando il bug fixing per rimandarlo a quando il gioco avrà ottenuto tutti i suoi contenuti aggiuntivi non gratuiti.

A conferma delle loro tesi, probabilmente in parte anche un po’ scottati dal caso Cyberpunk 2077 su console, gli utenti su Reddit hanno fatto notare come Valhalla riceva continui aggiornamenti legati alle armature e agli altri oggetti cosmetici, che periodicamente riempiono lo store in-game, mentre, in media, vengono rilasciate molte meno patch di aggiornamento di quante ci si aspetterebbe da una produzione tripla A, che normalmente necessiterebbe di un update dopo l’altro, specie nei primi tempi. In altre parole, Ubisoft starebbe dando la priorità alle microtransazioni piuttosto che all’affrontare i bug che ancora affliggono il gioco.

Queste discussioni dovrebbero placarsi un po’, almeno in teoria, già nel corso di questo mese: nelle prossime settimane Assassin’s Creed Valhalla dovrebbe ricevere un enorme aggiornamento che aggiungerà la modalità Razzie Fluviali, insieme a nuovi set di armature (in gioco, non nello store) e abilità. Voi cosa ne pensate della situazione di Assassin’s Creed Valhalla? Vi state divertendo con il titolo di Ubisoft? Pensate che le critiche siano esagerate o meritate? Al solito, fatecelo sapere nei commenti.

Assassin’s Creed Valhalla può essere recuperato su Amazon Italia, in tutte le sue versioni, a prezzo scontato.

[…]

Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi