Prima del termine delle riprese di Arma letale 4, Mel Gibson desiderava che Richard Donner, il regista del franchise, uccidesse il suo personaggio.

Inizialmente Mel Gibson ha insistito sul fatto che il suo personaggio venisse ucciso durante le riprese di Arma letale 4; il celebre attore pensava che questo sarebbe dovuto essere l’ultimo film della saga cinematografica di Arma letale.

Al termine delle riprese Gibson ritrattò le sue dichiarazioni, dicendo che si era divertito così tanto a girare il film, che sarebbe stato felice di farne un altro. La pellicola stuzzicò la mente dei fan facendo loro credere che il personaggio interpretato da Gibson sarebbe morto annegato mentre Murtaugh era incosciente.

In un’intervista Columbus Short annunciò di aver ottenuto la parte del figlio di Murtaugh, assicurando il ritorno di Mel Gibson e Danny Glover nei loro ruoli originali. In seguito Gibson rifiutò la parte e il regista della saga originale spiegò che il suo rifiuto avrebbe sancito la fine della saga.

Richard Donner, a fine gennaio 2020, ha inaspettatamente confermato la sua intenzione di girare il sequel di Arma Letale 4, uno dei produttori ha ammesso: “Stiamo cercando di realizzare l’ultimo film di Arma Letale. E Dick Donner sta tornando. Il cast originale sta tornando. Ed è semplicemente fantastico. La storia è molto personale e Mel e Danny sono pronti a partire, quindi si tratta solo di trovare la sceneggiatura.”

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi