Che Anthem Next fosse a rischio già da un po’ di tempo era cosa nota: secondo gli ultimi report, Electronic Arts avrebbe dovuto decidere proprio questa settimana se interrompere o meno i finanziamenti all’enorme aggiornamento dell’action RPG shooter sci-fi, che, nelle intenzioni, ne rappresentava un rifacimento strutturale pressoché completo. Ebbene, la decisione finale è stata presa: EA e BioWare, a malincuore, hanno deciso di cancellare il progetto, che quindi non si farà più. Non ci sarà, con ogni probabilità, nemmeno una patch di aggiornamento per migliorare la compatibilità con PS5 e Xbox Series X e S, magari sbloccando i 60 FPS: Anthem rimarrà per sempre così come lo conosciamo.

Anthem DLSS Nvidia

A confermarlo è stato il direttore dei lavori di Anthem Next, Christian Dailey, il quale, tramite un lungo post sul blog di BioWare, ha confermato che l’update è stato cancellato e che il team che vi stava attualmente lavorando (poco più di due dozzine di persone) è stato aggregato a quello di Dragon Age 4, il cui sviluppo, presumibilmente, sta entrando nel vivo proprio in questi mesi. Dailey, nel suo messaggio di ringraziamenti – e, insieme, di scuse – ai fan, ha spiegato che i server del gioco rimarranno aperti, e che Anthem resterà giocabile nella sua versione attuale su tutte le piattaforme.

Tra le cause secondarie addotte per spiegare la cancellazione di Next figura anche la pandemia di COVID-19, che, tra gli altri, ha messo a dura prova anche BioWare lo scorso anno. Dailey, tuttavia, ha preferito non trincerarsi unicamente dietro quelle motivazioni, affermando che “sviluppare videogiochi è una cosa complicata” e che decisioni del genere non sono mai facili da prendere, ma in questo momento il team aveva bisogno di concentrarsi al 100% su Dragon Age 4 e sui prossimi Mass Effect, oltre a continuare a pubblicare degli update minori per l’MMORPG Star Wars: The Old Republic.

Anthem

La cancellazione di Anthem Next, peraltro, è stata inizialmente riportata da Jason Schreier, noto giornalista di Bloomberg, che ha twittato in contemporanea con Christian Dailey, se non poco prima di lui. Nel complesso, comunque, è una di quelle notizie che non vorremmo mai sentire, che, se da un lato lascia dispiaciuti, dall’altro può servire anche come monito e insegnamento all’industria dei videogiochi, che dovrà cercare di non ripetere una situazione del genere. Voi siete riusciti a divertirvi con Anthem, nel tempo trascorso sui server del gioco di BioWare? Rimpiangete Anthem Next o pensate che sia più giusto, per BioWare, concentrarsi su Dragon Age e Mass Effect?

Qualora voleste provare Anthem, potete recuperarlo su Amazon Italia, ormai a un prezzo quasi irrisorio.

[…]

Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi