Among Us, il videogioco di sopravvivenza in multiplayer sviluppato da InnerSloth, è tra i giochi più popolari del momento, specialmente per essersi rivelato perfetto per incontrare virtualmente gli amici durante questo difficile 2020, segnato dalla pandemia di COVID-19. Ogni partita ospita, come di prassi, dai 4 ai 10 giocatori massimo. Ma se vi dicessimo che in una partita addirittura ci hanno giocato 100 giocatori contemporaneamente?

Vi starete sicuramente chiedendo come sia possibile. Ebbene, lo YouTuber Socksfor1 – noto per essere uno tra i content creator più innovativi sulla piattaforma, il cui canale vanta quasi 2 milioni di iscritti – ha ricreato una personale versione di Among Us, esattamente come fece a suo tempo per Minecraft, e l’ha condivisa con altri 99 presenti in un server su Discord creato appositamente. Tutti i partecipanti hanno poi scaricato il gioco creato da Socksfor1, dando luogo ad una sessione di gioco su Among Us con ben 100 partecipanti. Per motivi di equanimità, in questo caso c’erano dieci impostori su cento membri, invece che uno su dieci. Qui sotto, potete vedere voi stessi il video di questa curiosa sfida su Among Us con 100 giocatori contemporaneamente, frutto della creatività dello Youtuber Socksfor1.

Come immaginabile, si è verificato il caos più totale, in cui lo Youtuber e i suoi follower hanno giocato anche con microfoni non silenziati, proprio per dimostrare la differenza con il gameplay originale. In queste insolite partite, è capitato anche che a vincere fossero gli Impostori.

A quanto pare, Among Us ha un’interfaccia utente molto semplice e lascia molto spazio a mod innovative e idee divertenti. Oltre a Socksfor1, infatti, anche altri creator hanno provato nuove sfide e tattiche sul gioco. E voi, cosa ne pensate? Vi ha divertito l’impresa di questo divertente Youtuber? Fatecelo sapere nella sezione dedicata ai commenti.

Nintendo Switch Lite è la console perfetta per giocare in ogni momento e ovunque voi siate. Potete acquistarla su Amazon Italia cliccando qui.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi