Cerca
Close this search box.
The best games we played at GDC 2024

Alla GDC 2024 sono venute fuori cose veramente fighe

Tempo di lettura: 7 minuti
The best games we played at GDC 2024

Ogni anno, alla GDC, proviamo decine di giochi che non sono mai stati visti prima. Di solito è qui che troviamo i titoli che diventano i nostri preferiti dell’anno, come Viewfinder dell’anno scorso. Sebbene ci piaccia trovare questi successi sicuri, la nostra parte preferita della fiera è scoprire i progetti totalmente unici a cui non riusciamo a smettere di pensare.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

Non c’è stata carenza di questi giochi alla fiera di quest’anno. Nel corso di una settimana, abbiamo giocato a una serie di giochi creativi con idee totalmente innovative. C’era di tutto, da un tributo a Tomagotchi a un inquietante gioco horror su uno streamer nell’occulto dark web. Se sei il tipo di persona che teme che l’industria videoludica sia a corto di idee, la fiera di quest’anno dovrebbe alleviare questi timori. Per festeggiare, abbiamo raccolto i nostri giochi preferiti della fiera di quest’anno. Scoprirai che non ci sono due giochi che si assomigliano lontanamente, ed è proprio questo che li rende così speciali.

Dungeons of Hinterberg

The player summons a tornado in Dungeons of Hinterberg.
Giochi Curve

Se dovessi scegliere un “gioco della mostra” (una sfida impossibile in una GDC piena di progetti così diversi), Dungeons of Hinterberg potrebbe aggiudicarsi il titolo. L’imminente RPG d’azione, rivelato l’estate scorsa all’Xbox Games Showcase, è un’impresa impressionante per un gioco di questa portata. Il gioco, molto corposo, mette insieme combattimenti fluidi, una navigazione fluida, grandi enigmi e una simulazione sociale simile a quella di Persona in un unico bellissimo pacchetto. Sembra un’idea di troppo, ma per ora è tutto perfetto.

L’aspetto particolarmente impressionante è la naturalezza di ogni aspetto. Quando ho preso confidenza con il combattimento, mi sono ritrovato a combinare facilmente fendenti, attacchi magici e incantesimi per spazzare via arene piene di nemici ispirati al folklore. Quando ho esplorato il bioma montano che ho provato, mi sono accorto che potevo scivolare liberamente e ammirare le Alpi panoramiche, dipinte con un tocco da graphic novel, senza alcun attrito. Ogni singolo aspetto è come se fosse una seconda natura, il che rende il gioco straordinariamente fluido e immagino che mi ci perderò quando verrà lanciato quest’anno.

Animal Well

A creature sits in a blue room in Animal Well.
Bigmode

Dal momento in cui ho visto per la prima volta Animal Well durante uno streaming del Day of the Devs, sono stato conquistato. Questo Metroidvania pieno di animali ha catturato la mia attenzione con la sua arte affascinante e la sua atmosfera profondamente misteriosa. Ho provato una piccola parte di questo gioco quando è stato annunciato per la prima volta, ma alla GDC avrei potuto giocarci di nuovo, molto più vicino all’imminente data di uscita del 9 maggio. A quanto pare, la mia eccitazione non è diminuita di una virgola in questo lasso di tempo. La nuova demo che ho giocato è stata altrettanto avvincente, mentre mi aggiravo in una mappa 2D piena di sfide platform e segreti ben nascosti.

Quello che ho capito questa volta è che Animal Well ha quasi lo stesso fascino di un classico gioco d’avventura Atari. Ogni singola schermata è un problema a sé stante da superare, che richiama classici come Pitfall, ma con una complessità ingannevole. È difficile spiegare perché funziona così bene da una breve demo, ma il gioco finale, con la sua atmosfera coinvolgente, sembra che parlerà da solo.

Blue Prince

Gameplay from Blue Prince.

Pubblicato da Raw Fury, Blue Prince è un gioco davvero unico nel suo genere. Quando inizia la demo, vengo a sapere che un membro della famiglia è morto e mi ha lasciato il suo patrimonio… ma c’è una fregatura. Per eseguire il suo testamento, devo trovare la 46° stanza segreta nascosta in un palazzo di 45 stanze. Questa strana premessa dà il via a un gioco creativo che assomiglia quasi a un rompicapo roguelike incrociato con un gioco da tavolo basato sulle piastrelle.

Ho iniziato ogni giorno nella villa, rappresentata su una mappa come una griglia di stanze collegate da porte. Ogni volta che apro una porta, mi viene data la possibilità di scegliere tra tre tessere stanza da posizionare, ognuna delle quali può contenere oggetti chiave, enigmi o indizi su segreti presenti in altre stanze. L’obiettivo è collegare le stanze tra loro in modo da raggiungere la stanza segreta in fondo alla griglia. Il problema è che ogni stanza ha un certo costo di resistenza. Quando sono troppo stanco, devo andare a dormire, resettando completamente la villa. È una strana premessa per un puzzle, ma non vedo l’ora di saperne di più.

World of Goo 2

A puzzle in World of Goo 2.
Tomorrow Corporation

Giocare a World of Goo 2 alla GDC è stato come entrare in una macchina del tempo. Durante la mia demo del prossimo sequel, io e un mio compagno ci sedevamo su un divano e puntavamo i nostri Joy-Con sullo schermo. Il caos controllato dal movimento si scatenava mentre lavoravamo insieme per risolvere una manciata di enigmi basati sulla fisica. Abbiamo fallito, abbiamo riso e alla fine abbiamo trovato il nostro ritmo. È un’esperienza che mi capita raramente di vivere nei videogiochi, ma è un’esperienza che un sequel per Nintendo Wii può riportare in auge.

Per chi ha giocato al primo World of Goo, lanciato nel 2008, il sequel segue la stessa formula di base. Si tratta di una sfida ingegneristica in cui i giocatori devono costruire strutture traballanti con il goo. La novità di questa volta è che lo sviluppatore 2D Boy gioca con i liquidi, aggiungendo altre sfide fisiche all’intramontabile formato puzzle. I rompicapo più importanti mi hanno portato a lanciare flussi di fango in dirupi per spingere le palline di goo o a usare nuovi goo bianchi per assorbire una pozza di liquido. Idee come queste fanno sembrare il sequel l’evoluzione fresca che un classico del genere merita.

Sopa

A cutscene from Sopa.
StudioBando

Apprezzo sempre i media che mirano a catturare ciò che si prova ad essere bambini. È proprio questo l’obiettivo di Sopa, che utilizza il realismo magico per dare vita all’immaginazione sfrenata di un bambino. La mia demo inizia con un compito semplice, quando mia madre mi chiede di prendere delle patate dalla dispensa. Sembrava abbastanza facile, finché la dispensa non si è trasformata in un profondo corridoio quando vi ho messo piede. Quando ho trovato una piccola creatura con un cappello alla fine del corridoio, mi sono ritrovato trasportato in un mondo colorato alla ricerca di patate.

Durante la mia rapida dimostrazione, ho avuto un piccolo assaggio della varietà di Sopa. Prendevo una scopa e un secchio dalla mia cucina e li portavo nel mondo magico per trasformarli in una barca a remi. Più tardi, dovevo svegliare una creatura addormentata attirando un pollo con del cibo. Tutto ciò che facevo seguiva una logica familiare da bambino, mentre vedevo la visione del mondo del mio personaggio rappresentata magicamente davanti a me. Questo concetto, unito alla sua adorabile ode alla cultura latino-americana, rende il gioco assolutamente affascinante e mi ha accompagnato per tutta la durata dello spettacolo.

Cilinder

Single-player gameplay Cylinder.

Non c’è niente che ami di più di un puzzle game vecchia scuola e Cylinder condivide questa sensazione. In questo titolo ad abbinamento a quattro, i giocatori gestiscono un cilindro rotante pieno di simboli colorati che lo avvolgono tutto intorno. Ruotando le caselle a due a due, i giocatori devono mettere insieme almeno quattro simboli per realizzare un abbinamento corretto. Si tratta di un rompicapo di provata efficacia, ma con un tocco di 3D che crea un divertimento frenetico e basato sulle combo.

Ciò che mi ha colpito durante la demo, in cui mi sono scontrato con altri due giocatori in una sfida ad alto punteggio, è il richiamo all’epoca gloriosamente bizzarra degli spinoff di Tetris come Welltris. Cylinder sembra un’ode a quei giochi e alla loro sperimentazione formale con un rompicapo profondamente soddisfacente – e che mi fa perdere la testa – per il quale potrei essere ossessionato.

Echo Weaver

Gameplay from Echo Weaver

Echo Weaver è un Metroidvania ambientato in un loop temporale, ma ogni “power-up” che ricevi è conoscenza. Vesti i panni di Weaver, che è in grado di compiere imprese sovrumane come evocare glaive dal nulla e teletrasportarsi. Ogni angolo della mappa nasconde nuove scoperte sul mondo di Weaver, compreso il suo passato e ciò che ha portato alla situazione attuale. Tra queste ci sono le conoscenze su come utilizzare i poteri di Weaver o la storia del mondo raccontata attraverso la narrazione ambientale.

Ogni volta che non riesci a fuggire, riavvii il ciclo temporale con tutti i tuoi ricordi, mentre i PNG e gli altri ostacoli si resettano. Questa è la chiave: anche se la corsa si resetta, puoi superare gli enigmi nello stesso modo in cui li ricordi. In occasione di un Xbox Indie Showcase in cui abbiamo giocato una demo di questo gioco, uno degli sviluppatori ha affermato che potresti battere il gioco in cinque minuti se sai cosa stai facendo. Potresti consultare una guida in futuro, ma rovineresti l’obiettivo: la scoperta!

Altri punti salienti

  • Hyper Light Breaker mescola la struttura di Risk of Rain con i combattimenti di Dark Soulse la sensibilità estetica di Hyper Light Drifter.
  • Bugaboo Pocket è un’ode videoludica a Tomagotchi piena di adorabili amici insetti e cacca.
  • darkwebSTREAMER è un gioco horror unico nel suo genere, incentrato su un live streamer e caratterizzato da un’inquietudine occulta.
  • Detective Dotson è un affascinante progetto 2D proveniente dall’India che racconta di un aspirante attore di Bollywood che diventa involontariamente un detective.
  • Entropy Survivors è una rivisitazione più attiva di Vampire Survivors con un’abilità in stile Katamari Damacy che fa rotolare decine di nemici in una palla.
  • Wild Bastards è un elegante seguito di Void Bastards, con alcune modifiche creative alla gestione della squadra.
  • On Your Tail è un gioco di investigazione accogliente su animali pelosi che risolvono misteri in un pittoresco villaggio italiano.
  • Dissecting Love è un romanzo visivo crudo su una coppia di gay che esegue un’anatomia della propria relazione, espressa attraverso un gameplay di operazioni punta e clicca.
  • Anger Foot di Devolver Digital è un gioco d’azione veloce e furioso che ricorda Hotline Miami con più calci.

Leggi di più su www.digitaltrends.com

Potrebbero interessarti