Peter Shinkoda ha accusato Jeph Loeb, a capo di Marvel TV, di aver fatto eliminare da Daredevil le parti della storia con personaggi asiatici.

Jeph Loeb è stato accusato di aver fatto eliminare le storie riguardanti i personaggi asiatici dalla serie Daredevil, dando delle precise istruzioni agli sceneggiatori del progetto.
Durante il Comic-Con@Home è stato l’attore Peter Shinkoda a compiere le inaspettate dichiarazioni sul capo di Marvel TV.

L’interprete di di Nobu ha fatto un esplicito riferimento a delle parti della storia non apparse sul piccolo schermo che coinvolgevano il suo personaggio e quello di Wai Ching Ho. Peter Shinkoda ha dichiarato parlando di Daredevil: “Jeph Loeb ha detto agli sceneggiatori di non scrivere scene con Nobu e Gao, e questo è stato ribadito molte volte da molti degli autori e dagli showrunner“.
L’attore ha spiegato: “Ha detto: ‘A nessuno importa delle persone cinesi o asiatiche. Ci sono stati tre film Marvel, una trilogia intitolata Blade, che sono stati girati e in cui Wesley Snipes ha ucciso 200 persone asiatiche in ogni film. A nessuno importa nulla, quindi non scrivete di Nobu e Gao’, e gli sceneggiatori sono stati costretti ad abbandonare quelle parti della storia“.

Gli sceneggiatori della serie avevano lavorato per alcuni mesi con l’obiettivo di dare maggior spazio alla storia di Nobu e Madame Gao quando sono stati costretti ad abbandonare il progetto. L’attore ha sottolineato che gli hanno chiesto scusa, ma non potevano fare nulla. La parte del racconto ideata aveva a che fare con un trapianto, motivazioni mediche e molta burocrazia da evitare, in modo che Nobu potesse entrare nella nazione e proseguire i suoi progetti.

Daredevil è stata cancellata da Netflix nel 2018 dopo tre stagioni, nonostante i fan abbiano da tempo cercato di ottenere un rinnovo o un ritorno del personaggio interpretato da Charlie Cox.

Leggi di più su: movieplayer.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui