È stato necessario un tweet di Tim Sweeney per ribadire che la tecnologia vista nella tech demo dell’Unreal Engine 5, mossa in tempo reale da PS5, girerà anche su Xbox Series X.

La confusione, innescata per l’ennesima volta nella marcia di avvicinamento alle console next-gen, era stata innescata dalla partnership di Epic Games con Sony per questo primo showcase del nuovo motore grafico e dalle dichiarazioni molto vaghe concesse alla stampa ieri sia dalla software house che da Microsoft.

Unreal Engine 5 sarà disponibile dal 2021 in due fasi, una di anteprime e l’altra finale, e uno dei primi giochi a supportarlo sarà Fortnite, il cui port per le prossime console è già in programma.

Sweeney, fondatore della casa del motore, ha ammesso candidamente che «la demo dell’Unreal Engine 5 su PlayStation 5 è stato il culmine di anni di discussioni tra Sony ed Epic sul futuro della grafica e delle architetture di storage», punto su cui aveva già battuto nel definire l’SSD della piattaforma giapponese avanti persino al meglio che i PC di fascia alta abbiano da offrire oggi.

Si è trattato quindi di una conversazione esclusiva portata avanti dalle due realtà, e che per questo motivo – oltre al fatto che faceva leva sull’SSD molto avanzato – non poteva che essere esibita su una PS5.

Epic Games precisa però che «le tecnologie Nanite e Lumen che la muovono saranno pienamente supportate sia su PS5 che su Xbox Series X, e saranno magnifiche su entrambe».

Unreal Engine 5, Epic chiude la polemica: tecnologia della demo anche su Xbox Series X

Mentre la tech demo sta venendo fatta girare su PlayStation 5 in esclusiva e non ci sono piani per portarla sulla console di Microsoft, dunque, le funzionalità utilizzate al suo interno saranno a disposizione di tutte le piattaforme.

Come ci ha raccontato il nostro Domenico Musicò in uno speciale sull’Unreal Engine 5, Nanite è «un sistema di geometria micropoligonale virtuale che consente di ampliare a dismisura il livello di dettaglio percettibile negli ambienti e in ogni elemento di gioco, consentendo un risparmio ingente in termini di calcolo puro e limiti di memoria».

Lumen è invece una soluzione d’illuminazione alternativa al ray tracing, che promette di portare in dote gli stessi risultati ma con un risparmio notevole in termini di risorse. Non a caso, la tech demo non è equipaggiata con ray tracing.



[…]Leggi di più su www.spaziogames.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui