D.C. Fontana
D.C. Fontana

La notizia è di qualche giorno fa, e ci scusiamo coi lettori per non averla riportatata prima. Il 2 dicembre è morta D.C. Fontana, uno dei cardini della serie classica di Star Trek. Sceneggiatrice ed editor, aveva lavorato con Roddenberry fin dall’inizio, contribuendo in modo determinante a dare forma alla serie che conosciamo.

Nel 2002 ha ricevuto il Morgan Cox Award dalla Writers Guild of America ed è arrivata due volte tra i finalisti par la Hall of Fame della American Screenwriters Association.

Fontana aveva cominciato a lavorare come segretaria dello sceneggiatore e scrittore Samuel A. Peoples. Era passata poi a lavorare con un produttore della serie The Lieutenant, creata da Gene Roddenberry, che però venne presto cancellata; Roddenberry cominciò a lavorare su Star Trek e volle Fontana nel suo staff.

Roddenberry le fa scrivere il secondo episodio della serie, Il naufrago delle stelle (Charlie X), seguono diversi altri episodi e la riscrittura di script prodotti da altri, tra i quali anche il famoso Uccidere per amore di Harlan Ellison.

Fontana lasciò la serie alla fine della seconda stagione, continuando a lavorare per la serie come freelance, pur non apprezzando il lavoro del suo successore, che a suo parere non capiva del tutto lo spirito della serie. Secondo Leonard Nimoy a Fontana va il merito di aver costruito buona parte della cultura vulcaniana.

Fontana lavora su altre serie, inclusa la serie animata di Star Trek, e viene chiamata da Roddenberry quando viene lanciata Star Trek The Next Generation, dove ottiene il ruolo di produttore associato. I rapporti tra Roddenberry e Fontana però peggiorano e Fontana lascia la serie già durante la prima stagione. Farà anche causa alla Paramount affermando di aver scritto la sceneggiatura di alcuni episodi senza essere stata pagata.

Lavora per L’uomo da sei milioni di dollari, La fuga di Logan, Buck Rogers, La guerra dei mondi, Earth Final Conflict, Babylon 5, scrive un episodio di Star Trek Deep Space Nine (Dax) e nel 2006 anche uno per la serie amatoriale Star Trek: New Voyages

[…]Leggi di più su www.fantascienza.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui