Chi ha visto la prima stagione di The Boys su Amazon Prime Video potrà essere rimasto impressionato dalla assurda e follemente divertente iperviolenza perpetrata da Butcher (Karl Urban, Star Trek) contro i supereroi noti come i Seven, idoli della folla davanti alle telecamere, cinici e privi di scrupoli dietro le quinte, fatta eccezione per la nuova arrivata Starlight (Erin Moriarty, Marvel’s Jessica Jones), che subisce un duro scontro con la realtà non appena viene accettata nelle fila dei supereroi, e Queen Maeve (Dominique McElligott, House of Cards), ovviamente ispirata a Wonder Woman, la quale è sempre meno convinta dell’atteggiamento dei suoi compagni di squadra ma, almeno nella prima stagione, non prendeva particolarmente posizione contro di loro. Il successo, l’essere considerati come dei, era un’attrazione troppo forte.

Non di meno, non pochi ne sono usciti con le ossa metaforicamente e non rotte, ma anche con il rinnovo per la stagione due ancora prima che la stagione due arrivasse su Amazon Prime Video.

Dove eravamo

il-trailer-della-stagione-due-e-piu-assurdo-e-splatter

L’ottavo e ultimo episodio della prima stagione, intitolato, You found me, vedeva buona parte dei Seven con le spalle al muro: ovviamente, Translucent (Alex Hassell) scopriva nel modo peggiore che c’era un modo per penetrare la sua pelle invulnarabile e dipingeva le pareti di una stanza (sangue e parti interne non erano affatto invisibili), The Deep (Chace Crawford, Gossip Girl) in uno specchio dello scandalo Weinstein, scopriva che le molestie sessuali potevano ritorcersi contro di lui in più modi, A-Train (Jesse T.Usher, Survivor’s Remorse) ovvero un Flash più amorale, avido e strafatto, scopriva che il suo senso di superiorità poteva essere preso alle spalle e spaccargli una gamba, togliendogli (immaginiamo solo per un certo periodo) quella velocità per la quale era disposto a tutto. L’altrettanto priva di scrupoli Madelyn Stillwell (Elisabeth Shue, Ritorno al futuro), non aveva capito quanto davvero fosse pericoloso mentire a Homelander (Anthony Starr), e si ritrovava con un bel buco al posto della faccia. E sul gran finale Butcher scopriva che non solo sua moglie, il motivo per cui aveva cominciato la sua caccia ai supereroi, era ancora viva, ma aveva avuto un figlio con Homelander. Volontariamente o meno resta da vedere. E sul finale scoprivamo Stan Edgar (Giancarlo Esposito, Breaking Bad), il superiore della Stillwell di cui tutti parlavano ma nessuno aveva mai visto, il quale diventerà parte integrante della prossima stagione (del resto il posto si è, beh, svuotato).

[…]Leggi di più su www.fantascienza.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui