Quando ti chiami Half-Life non è semplice essere un gioco ordinario, anzi è del tutto impossibile. Tra le tue righe di codice è racchiusa l’essenza di ciò che vuol dire essere precursore, essere d’ispirazione e da lezione per chi aspira a essere te, o in parte te. Giochi destinati a cambiare le regole ne nascono pochi, forse sempre meno nel corso degli anni, ma quando questo accade non è solo la grammatica del gioco a cambiare, siamo anche noi. Pochi giorni fa Valve ha svelato un nuovo capitolo della saga fantascientifica dopo una pausa durata 12 anni. Sarà un gioco VR e si chiamerà Half-Life Alyx, ma poco importa se non si chiama Half-Life 3. Non è nei numeri progressivi che sta la forza di un fenomeno, è nella scossa e nel cambiamento che può portare a un intero settore che fino a oggi aveva fatto fatica a vendere quel sogno rivoluzionario chiamato Realtà Virtuale.

Da più di 40 anni si gioca su uno schermo. Che sia un televisore o quello integrato di una console portatile, è così che siamo abituati a filtrare tutto nel nostro ruolo di “inter-attori”. A lungo abbiamo immaginato sistemi di controllo alternativi o nuove realtà da esplorare, e in questo film come Tron, Matrix o Nirvana avevano offerto delle rappresentazioni più lucide. Quando poi i tempi sono diventati maturi e le incursioni ludiche si sono fatte meno velleitarie, abbiamo visto con i nostri occhi e toccato con mano uno spicchio di questo futuro, con annessi tutti i problemi e le difficoltà che l’immaginazione aveva invece semplicemente rimosso.

Half-Life Alyx, il risveglio di Valve - Half-Life Alyx

È solo però attraverso la sperimentazione di idee, la riscrittura delle regole di design e il progredire dell’hardware e del software, che le esperienze da semplici tech demo si fanno prodotti completi con un proprio unicum da trasmettere. Se poi sei Valve – che da anni hai ridotto gli sforzi nel produrre videogiochi di rottura e ti sei concentrata più sullo sviluppo di servizi e hardware – a uscirtene con un Half-Life interamente giocabile in VR, allora forse c’è poco da fare come i fan di Diablo per l’annuncio di Immortal e c’è invece da guardare con rinnovato interesse a ciò che Gabe Newell e soci potrebbero avere in serbo per noi.

Sorgente: Half-Life Alyx, il risveglio di Valve | Game Division

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui