Star Wars Jedi: Fallen Order è un gioco sorprendente. È quello che abbiamo pensato man mano che il nostro legame con la Forza diventava più saldo durante l’avventura. Dapprima questa sensazione era solo un’eco, percepita da lontano, flebile e assopita come il potere di Cal Kestis alle origini della sua epopea. E poi si è fatta più decisa, palpabile e infine esplosiva, in crescendo con il trascorrere delle ore di un viaggio che diventava sempre più intenso. La recente gestione di Electronic Arts in merito alla licenza di Guerre Stellari (potete recuperare qui un sunto della travagliata storia sui videogiochi di Star Wars) è nota a tutti i giocatori, orfani da troppi anni di un titolo che sapesse cogliere tutta l’essenza della saga creata da George Lucas. Non è bastata la lenta ripresa di Star Wars Battlefront 2 a scacciare i fantasmi della chiusura di Visceral Games e della cancellazione di un promettente open world ambientato nella Galassia lontana lontana: il pubblico ha quindi accolto tiepidamente il progetto di Respawn Entertainment, il team a cui dobbiamo la saga di Titanfall.

Sin dalle sue prime apparizioni, il titolo ha comunque messo in chiaro tutte le sue ambizioni: raccontare una parentesi narrativa inserita in una delle finestre temporali più suggestive e oscure per il franchise, cioè gli anni bui intercorsi tra Episodio III ed Episodio IV. Un periodo in cui l’Impero Galattico ha rafforzato il proprio dominio sulla Galassia, trasformandosi pian piano nella solida dittatura in cui prende vita il viaggio di Luke Skywalker. Trattare una storia originale collocata tra le due trilogie di Sua Maestà Lucas non rappresentava l’unica sfida per i ragazzi di Respawn: sull’altro piatto della bilancia doveva posizionarsi un’offerta ludica stimolante, che potesse rappresentare una vera rinascita per tutti i videogiocatori appassionati di Star Wars. L’equilibrio tra queste due componenti, come insegnano i dogmi di base della Forza, è complicato. Ma, al termine della nostra avventura, possiamo affermare che l’operazione sia pienamente riuscita: al netto di qualche inciampo tecnico, infatti, Jedi: Fallen Order rende giustizia alle atmosfere che abbiamo amato nell’arco di questi lunghi quarant’anni.

Continua su: Star Wars Jedi Fallen Order Recensione: che la Forza sia con te

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui